Rogo allo Stir, l'ad della Samte: «L'Esercito per presidiare il sito»

«Chiedo l'intervento dell'Esercito per presidiare il sito Stir di Casalduni». È l'istanza di Fabio Solano, amministratore unico della società Samte (interamente partecipata dalla Provincia di Benevento), che gestisce l'impianto di Casalduni, preso di mira anche la scorsa notte da un altro tentativo incendiario ad opera di sconosciuti. «Questa notte, nonostante il servizio di vigilanza allo Stir effettuato da due dipendenti Samte e la presenza di vigili del fuoco, impegnati nelle operazioni di spegnimento - dice Solano - si è verificato altro episodio incendiario nella parte opposta a quella dove operavano gli stessi pompieri. Si può dire che la parte da presidiare da parte del personale Samte era ridotto rispetto alla superficie totale proprio a ragione dell'incendio già attivo, ma, nonostante ciò, c'è stato altro evento assai sospetto».

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain