Scoperta tomba di epoca romana nei lavori del parco eolico del Sannio

Un teschio e delle ossa, risalenti all'età romana, sono stati rinvenuti a Pontelandolfo mentre erano in corso i lavori per la realizzazione di un parco eolico. I resti umani erano conservati all'interno di una tomba in pietra, delle dimensioni di 1,20 metri per 0,90. Gli operai hanno subito segnalato il ritrovamento ai carabinieri i quali hanno attivato il personale della Soprintendenza dei Beni Archeologici e delle Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento. Il primo sopralluogo condotto dagli archeologi ha permesso appunto di appurare che i ritrovamenti potrebbero essere risalenti all'età romana. I lavori nel cantiere sono stati temporaneamente sospesi.
Leggi l'articolo completo
su Il Mattino
Napoli, nel rione dell'Amica Geniale restano sepolte montagne di veleni
Napoli: riaperto il Virgiliano, ma nel parco ci sono almeno 70 alberi in meno
Complesso edilizio sequestrato in Costiera sorrentina, Quagliarella tra i soci dell'affare
Fallimenti pilotati a Napoli, nel business Gran Bar Riviera e bouvette Fnac al Vomero
Mafia: arrestato il fratello della vedova Schifani, agente di scorta di Falcone