Floro Flores commissario a Bagnoli, si rinsalda la nuova alleanza giallo-arancione

Bagnoli teatro di epici scontri istituzionali ma anche snodo disorprendenti, futuristiche alleanze. Passano per quella distesa unpo' selvaggia di terra che puzza d'idrocarburi e per quelleacque ancora compromesse, in cui imperterrita la gente continua atuffarsi, le più importanti svolte della politicanapoletana. Sul destino dell'area ex Italsider siconsumò la frattura senza precedenti tra Renzi e deMagistris e - appena qualche ora fa - lo strappo, altrettantoimbarazzante, tra il ministro grillino del Sud Lezzi e il suopartito, in asse con la Lega.

Ora proprio lì sta nascendo qualcosa di nuovo. Il nome diFrancesco Floro Flores, imprenditore di successo che ha rilevato lozoo mentre cadeva a pezzi e l'ha rilanciato rendendolo unamoderna attrazione, non è solo quello del probabilesuccessore di Nastasi alla guida del commissariato (sempre chearrivi il via libera definitivo della Lega, che lascerebbecosì ai grillini una nomina strategica); sembra essere,infatti, la chiave di un rapporto politico complesso, che staperò prendendo forma settimana dopo settimana: quello tra ilsindaco e il presidente della Camera. Nastasi era una scelta che deMagistris aveva subìto, così come l'ex pm eraapparso fin dall'inizio ostile alla figura del commissario. DeLuca, invece, ieri lo ha difeso ancora, definendolo una persona digrande competenza.

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain