Frana Casamicciola, gli operatori della Sma Campania trovano la borsa della prima vittima

A quattro mesi dalla tragedia

La frana a Casamicciola dello scorso novembre
Quattro mesi dopo la tragedia di Ischia, gli operatori della Sma Campania, impegnati nel ripristino di tutta l’area, hanno tirato fuori dalle macerie ricordi e memorie di...

Continua a leggere con la nostra Promo Flash:

X
Scade il 29/05
ANNUALE
11,99 €
79,99€
Per 1 anno
SCEGLI
MENSILE
1,00 €
6,99€
Per 3 mesi
SCEGLI
2 ANNI
29 €
159,98€
Per 2 anno
SCEGLI

VANTAGGI INCLUSI

  • Tutti gli articoli del sito, anche da app
  • Approfondimenti e newsletter esclusive
  • I podcast delle nostre firme

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

OFFERTA SPECIALE
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
SCEGLI ORA
 
ANNUALE
49,99€
11,99€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
2 ANNI
99,98€
29€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA SPECIALE

Tutto il sito - Mese

6,99€ 1 € al mese x 12 mesi

Poi solo 4,99€ invece di 6,99€/mese

oppure
1€ al mese per 3 mesi

Tutto il sito - Anno

79,99€ 9,99 € per 1 anno

Poi solo 49,99€ invece di 79,99€/anno

Quattro mesi dopo la tragedia di Ischia, gli operatori della Sma Campania, impegnati nel ripristino di tutta l’area, hanno tirato fuori dalle macerie ricordi e memorie di una giovane vittima. Il recupero del borsello, con ancora intatti portafoglio e documenti, è avvenuto in questi giorni durante le operazioni di pulizia e messa in sicurezza che la Sma, società in house della Regione Campania, svolge dal giorno della calamità. «È stato un ritrovamento commovente, ma anche doloroso – hanno dichiarato gli operatori Sma al lavoro - ci ha ricordato ancora una volta l'entità della tragedia vissuta, facendoci rivivere momenti tanto dolorosi».

Il rinvenimento, in località Celario, è avvenuto a pochi passi dall’abitazione della vittima ed è il luogo dove attualmente si sta procedendo con lo sgombero dei detriti. «I nostri operatori lavorano con determinazione e scrupolo e il nostro impegno a Ischia - spiegano i membri del cda Sma, Tommaso Sodano, Fiorella Zabatta e Antonio Capasso - è totale, e ognuno di noi, per quel che può, deve rendersi parte attiva per riportare la vita dell’isola alla normalità. Tutte le attività, come abbiamo già ribadito più volte, avranno un ordine prioritario dettato dalle necessità che si presenteranno man mano durante i lavori».

 

Leggi l'articolo completo su
Il Mattino