Marano, sorpresa verso il voto: la Lega «cede» sul candidato sindaco

Il colpo di scena a Marano si è consumato la notte scorsa. La Lega - che per giorni aveva puntato su Luigi Baiano - ha fatto un passo indietro, accettando la candidatura a sindaco di Rosario Pezzella, 52 anni, avvocato e portavoce del Movimento civico maranese. L'ex esponente della giunta di centrosinistra targata Perrotta, sarà dunque il candidato sindaco di una coalizione per ora composta da Lega, Movimento Civico Maranese e lista «Insieme», una civica di estrazione moderata che fa riferimento al consigliere regionale forzista Severino Nappi.

L'accordo ha colto di sorpresa Fratelli d'Italia e altri gruppi di moderati, che al tavolo delle trattative avevano proposto il nome dell'ex vicesindaco Teresa Giaccio, una veterana delle competizioni elettorali. «Pezzella non sarà il nostro sindaco - tuona Michele Di Napoli, commissario cittadino del partito della Meloni - è un accordo che ci meraviglia e ci coglie impreparati: il tavolo delle trattative era ancora aperto, ma la fuga in avanti della Lega ci rende ancor più liberi e svincolati da qualsiasi logica. Le imposizioni non appartengono alla nostra cultura politica». No convinto anche da parte di CasaPound («Mai con un democristiano») e di un altro gruppo di moderati che in questi giorni stava dialogando con il Carroccio e che ora medita di sostenere il candidato centrista Pasquale Albano.
 
Baiano, il 36enne coordinatore cittadino, è stato sacrificato dopo che il partito aveva a lungo fatto quadrato intorno al suo nome. «A noi non interessano i personalismi - spiega il coordinatore provinciale della Lega Biagio Sequino - la Lega appoggia l'avvocato Pezzella per il suo elevato senso civico». Lui, il neo candidato alla carica di primo cittadino, aggiunge: «Èuna sfida immensa - sottolinea Pezzella - che potrò affrontare solo con la stima, l'affetto e la collaborazione di tutte quelle persone che credono in me. Sono sicuro di non deludere - aggiunge - perché sento di avere al mio fianco una squadra competente e animata da una grande voglia di fare».

Sull'altro versante, ovvero nel centrosinistra, i giochi sarebbero ancora aperti sebbene il Partito democratico abbia ufficializzato la candidatura di Rodolfo Visconti, 46 anni, dipendente Inps. Più a sinistra ancora, invece, sembra data per certa la discesa in campo di Mauro Bertini, 74 anni, sindaco di Marano dal 1993 al 2006. Per Bertini, sostenuto da l'Altra Marano e forse da Potere al Popolo, si tratterebbe della sesta candidatura a sindaco in venticinque anni di militanza politica. Nodo sciolto ormai da giorni, infine, in casa Cinque Stelle: il candidato è l'avvocato 38 enne Domenico Speranza. Si voterà il 21 ottobre, con eventuale turno di ballottaggio fissato per il 4 novembre.
 

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain