Floro Flores commissario a Bagnoli, i malumori della Lega: l'intesa fatta con Di Maio era un'altra

«La partita non è chiusa»: gli uomini di Salvinie quelli di Di Maio scendono in campo. Perché la nomina diFrancesco Floro Flores, che rinforza l'asse de Magistris-Fico,non va giù né ai leghisti né ai 5Stellepiù vicini al vicepremier. E sono scattate le consultazioniper fare pressione sul premier Giuseppe Conte e sabotare la sceltadel ministro del Sud, Barbara Lezzi.

Dalle parti della Lega c'è malumore. Perché lafigura di Francesco Floro Flores non è proprio quella su cuisi cercava di convergere fin dal 10 agosto, quando in unaconsultazione tra i sottosegretari Giancarlo Giorgetti, PinaCastiello e Luigi Di Maio, si decise di puntare sul nome di unesperto in bonifiche ambientali. La lettera del ministro Lezzi,dunque, viene subita come un blitz. Però si ritiene chec'è ancora tempo per fare le contromosse visto che ilconsiglio dei ministri che dovrebbe ratificare la nomina èprevisto per martedì o mercoledì prossimo.

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain