Pd, l'ingorgo delle feste: De Luca diserta Portici

Ingorgo democrat questo fine settimana. Tra le festedell'Unità di Portici, Scafati e, in contemporanea,anche dei Socialisti a Caserta che vedrà la presenzadell'ex premier Gentiloni. Tema di fondo il congresso nazionalema, a giudicare dalla presenza di Vincenzo De Luca, in genereabbastanza refrattario alle feste di partito, anche il segnale dicome la campagna delle Regionali del 2020 sia, nei fatti,già partita.

S'inizia domani sera al porto del Granatello di Portici per lafesta dei Giovani democratici. Apre l'ex ministro dellaGiustizia Andrea Orlando mentre sabato l'ospite piùatteso è il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Plateatutto sommato morbida perché il gruppo orlandiano èdell'idea di aprire un dialogo con il mondo della sinistra,compreso il sindaco di Napoli. Cancellato, invece, il duello adistanza con il governatore della Campania nella kermesseporticese. Con un piccolo giallo. Tra un invito non fatto per iforfait degli anni precedenti, passando per un pressing del padronedi casa, il sindaco democrat di Portici Enzo Cuomo, affinchél'ex sindaco di Salerno ci fosse. Ma alla fine l'invitoufficiale viene recapitato a palazzo Santa Lucia solo ieri e ilgovernatore, questioni di agenda, non potrà essere allafesta democrat. Anche perché venerdì, per la stessaora, ha già preso impegni alla festa dell'Avanti aCaserta. E qui, alla kermesse socialista, dividerà il palcocon Carmelo Barbagallo (segretario Uil), Arturo Scotto (Liberi eUguali), Antonello Velardi (sindaco di Marcianise) e Luigi Iorio(responsabile Lavoro del Psi). Subito dopo ci saranno l'exministro degli Interni Marco Minniti e, a seguire, l'ex premierPaolo Gentiloni ed il segretario nazionale del Psi RiccardoNencini.

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain