Portici, via alla stagione anti-sprechi: tagli ai consiglieri comunali

Riparte con un netto taglio ai costi della politica l'attività del consiglio comunale di Portici dopo la pausa estiva. Il come lo hanno decretato ieri pomeriggio i diciotto consiglieri che hanno votato a favore della modifica al regolamento del funzionamento delle commissioni consiliari. La riunione d'Assise ha approvato il documento che consentirà di ridurre drasticamente la durata delle commissioni, con immaginabili benefici per le casse dell'Ente. Nel dettaglio, la maggioranza visto che l'opposizione ha abbandonato l'aula al momento del voto ha stabilito di limitare l'orario della durata dei lavori da 8 a 3 ore.

Un taglio di circa cinque ore, con il quale si potranno di conseguenza anche ridimensionare i rimborsi alle aziende dove risultano assunti i consiglieri comunali lavoratori. Per quanto concerne inoltre il tempo impiegato per raggiungere il posto di lavoro, la legge parla chiaro. Per le ditte che si trovano nei comuni contigui alla città della Reggia, saranno riconosciuti trenta minuti per l'andata e trenta per il ritorno. Mentre, per le destinazioni più distanti si sale a sessanta minuti, sempre per entrambi gli spostamenti. E così, con una manovra antispese, elaborata dal consigliere e presidente della commissione Affari Istituzionali Ciro De Martino, l'Ente di via Campitelli potrà risparmiare ancora, dopo che sindaco e giunta avevano già rinunciato ad auto di servizio, telefoni ed altri benefici. Aspra la reazione della minoranza, in particolar modo del Movimento cinque Stelle, culminata con l'assenza al momento della votazione. D'Accordo il consigliere Mauro Mazzone, che proprio qualche mese fa sollecitò una simile rivoluzione.
 
Dopo aver chiesto e a questo punto anche ottenuto quei tagli, l'esponente dell'opposizione si è mostrato totalmente contrario, definendo il regolamento come un limite alla democrazia e al lavoro dei consiglieri. «Un primo obiettivo raggiunto dalla commissione Affari Istituzionali nonostante l'assenza delle minoranze, adesso continuerà il lavoro di adeguamento e modernizzazione dello statuto comunale e dei regolamenti di attuazione», ha sottolineato il presidente della commissione Ciro De Martino. Del resto, lo stesso sindaco Cuomo mesi fa sfidò le opposizioni presentando un ordine del giorno approvato dal consiglio proprio per iniziare a valutare una serie di tagli generali e che in questi giorni consegnerà le borse di studio agli studenti meritevoli finanziate con una propria donazione. Maggioranza e opposizione concordi solo sulla chiusura dei lavori per partecipare a una messa in memoria di Enzo Ciotola. A un anno dalla scomparsa del professore ed ex consigliere, l'amministrazione ha omaggiato la sua famiglia con una targa.

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain