Svincolo dell'Asse mediano diventa una giungla: «Qui si rischia la vita»

Una situazione divenuta ormai insostenibile quella dell'uscita dell'asse mediano Piscinola venendo da direzione Giugliano: l'incuria delle aiuole ai lati è arrivata ai massimi livelli e l'erbaccia invade la carreggiata costringendo gli automobilisti ad improvvise frenate rischiando incidenti. A parlare del problema è il presidente dell'associazione Senza Bavaglio Claudio Ferrara, ex assessore dell'VIII Municipalità. «Ormai l'VIII Municipalità sembra essere diventata terra di nessuno – tuona Claudio Ferrara – allagamenti quando piove, spazzatura che non viene ritirata, il Municipio che ormai è diventato deserto e tra le altre cose, assisti a scene dove automobilisti, migliaia di automobilisti ogni giorno devono effettuare manovre brusche per evitare incidenti poiché l'erbaccia dell'uscita invade ormai parte della carreggiata... Il guardrail è diventato un optional, è nascosto sotto una massa di erba, tutto questo è inconcepibile, tutto questo sotto gli occhi di chi dovrebbe vigilare facendo gli interessi dei cittadini».

Il presidente di Senza Bavaglio ha annunciato una petizione: «Faremo una petizione, e se sarà il caso – prosegue Ferrara – faremo barricate, sono passati ormai quasi due anni e mezzo dall'insediamento della nuova giunta locale e, ogni qual volta ci sono problemi del genere, nessuno fa niente, in situazioni del genere fanno a scaricabarile, rispondendo che non è di loro competenza; io sono stato un uomo delle Istituzioni e so benissimo quello che è di competenze municipale e quello che non lo è, ma qua non si vedono risolti ne gli uni ne gli altri problemi, e soprattutto – conclude Ferrara – se una cosa non è di competenza municipale la giunta ha il dovere di fare da portavoce ai propri cittadini “alzando la voce” presso gli organi competenti e non nascondersi dietro la solita frase fatta che non è di loro competenza o magari mostrando richieste scritte fatte pensando di aver fatto così il proprio dovere, la politica non è fatta di richieste, fax e protocolli, la politica è fatta di risoluzione di problemi, sono due anni e mezzo, siamo stufi di vedere ogni giorno il nostro territorio sempre più morto».

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain