Cinghiali allevati illecitamente, scattano sequestri e denunce

I militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Montesano sulla Marcellana e di Sapri, nell’ambito di mirati controlli volti a prevenire e reprimere azioni in danno dell’ambiente e degli animali, hanno scoperto un sito di detenzione illecita di animali.

In località Santa Lucia del comune di Vibonati i militari hanno rinvenuto all’interno di un’area boscata un significativo numero di cinghiali (Sus scrofa) allevati in recinti. Dall’ispezione dei luoghi è emerso che la popolazione di cinghiali, composta da 17 capi, è variegata quanto ad età dei capi, gli individui hanno infatti età che varia dai sette mesi ai cinque anni, riceve sostentamento quotidiano e che però non risultano titoli che autorizzino la detenzione.

I militari hanno quindi accertato non sussistere elementi evidenti di maltrattamento ma sussistere invece gli estremi della detenzione illecita di esemplari vivi di mammiferi selvatici che costituiscono pericolo per la salute e l’incolumità pubblica per la cui  detenzione occorre autorizzazione della Prefettura.  Hanno quindi provveduto a porre sotto sequestro l’intera area di circa 1500 mq ed affidato in custodia gli animali per assicurarne la cura ed il sostentamento. Denunciati i proprietari dell’area.
  
 
 

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain