Facchino del mercato ortofrutticolo e spacciatore per arrotondare

NOCERA INFERIORE - Beccato a spacciare cocaina fuori ad un noto bar di Nocera Inferiore. È finito in manette e poi al regime dei domiciliari uno scafatese di 32 anni, arrestato dai carabinieri nella notte tra domenica e lunedì scorso. Il ragazzo era stato notato intorno alle 4 del mattino, a bordo di un'auto insieme a un'altra persona. Poco dopo, i due erano stati seguiti dai carabinieri, fino a quando non avevano nuovamente arrestato la marcia, in prossimità di altre due persone. A quel punto i militari avevano assistito ad uno scambio tra i due soggetti in auto e le persone in strada, decidendo di intervenire. Il ragazzo che guidava l'auto aveva buttato a terra 5 bustine di colore bu in cellophane termosaldato, con dentro cocaina. Poi aveva nascosto due banconote da 50 euro sotto le gambe. I carabinieri hanno sequestrato tutto, dopo una rapida perquisizione, insieme ad altri 410 euro in contanti.

Durante l'interrogatorio di garanzia, oltre ad ammettere di consumare stupefacente e di averlo ceduto a quel suo amico assuntore, il 32enne aveva anche sostenuto che cedere quello stupefacente lo aiutava ad arrotondare il suo guadagno. Il ragazzo ha infatti dichiarato di svolgere l'attività di facchino presso il mercato ortofrutticolo. Quei 410 euro, infatti, rappresentavano la retribuzione della sua professione. Al termine dell'udienza, il giudice ha disposto per lui il regime dei domiciliari, convalidando l'arresto.

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain