Polemica sui social per il concerto annullato di Fabrizio Moro a Bellizzi

Sembra ormai diventato sempre più complicato organizzare un concerto nella nostra provincia. Prima l'annullamento del live di Anastacia a Sapri, ora quello di Fabrizio Moro, che domani sera avrebbe dovuto esibirsi in piazza al Summer Festival.

Gli organizzatori hanno comunicato che il concerto è stato annnullato per problemi tecnici ma sulla pagina Facebook del festival gli abitanti (e parecchia gente di Salerno e della Provincia) si sono scatenati, scagionando il cantautore romano e addossando, quasi in toto, la colpa agli organizzatori.

"Ma si può annullare un concerto 3 giorni prima?", scrive Francesca, mentre Luca è arrabbiatissimo. "Bellizzi merita rispetto, noi non siamo pagliacci, io non so neanche chi ha organizzato questo evento, ma non credete che stiamo su una montagna, noi siamo bellizzesi".

Ed ancora "vedere che non è colpa di Fabrizio ma di chi ha organizzato il concerto", oppure, scrive Valentina" c’è gente che veniva da fuori ed aveva già prenotato pulman e/o treni, e non lo dico tanto per dire faccio parte del fan club e questo non è modo di comportarsi. Soprattutto perché vi abbiamo fatto tanta pubblicità. Vergogna".

Amarezza per Stefania "che peccato, io e mia figlia eravamo pronte", mentre Federica sottolinea "poca serierà e non aggiungo altro....". Ida aggiunge "mamma mia che serietà!? Pulman organizzati per nulla.. Non ci si comporta così. Organizzate concerti solo per vostri scopi".

Marco, invece, difendo lo staff " mi dispiace ma voi non sapete cosa sia successo, e non credo che gli organizzatori volevano truffare gli spettatori del concerto di Fabrizio, essendo "gratis" ", mentre Tina è caustica "sicuramente un paesino così piccolo non poteva ospitare un artista come Fabrizio Moro".
Anche Antonio difende gli organizzatori "non è colpa loro, conoscendo la loro serietà e professionalità in tutti gli eventi passati. Il dispiacere che alcuni di loro hanno lavorato anche durante le vacanze estive...non importa siamo vicino a tutti voi. Coraggio e pensate al prossimo evento".
 

Leggi l'articolo completo su Il Mattino
Outbrain