Sassuolo-Salernitana 1-0: è la quinta sconfitta in sei partite

Ancora rimpianti, tutta colpa dell'ennesima amnesia difensiva. Non basta una buonissima prova alla Salernitana per strappare punti importanti a Sassuolo, un gol di Berardi ad inizio ripresa ed ecco l'ennesima sconfitta.

Siamo solo alla sesta gara di campionato ma Castori decide di rimodellare per la terza volta la sua squadra puntando in questa circostanza sul 4-3-1-2. Per una volta, quindi, via la difesa a tre ma conferma per il trequartista nonostante l'assenza di Ribéry. Al suo posto Kastanos che come tutti i compagni inizia subito alla grande il primo tempo confermando il cambio netto di vedute del tecnico granata desideroso ora di affrontare gli avversari a viso aperto.

La partita in diretta 

La Salernitana sembra apprezzare il nuovo spartito tattico ed infatti anche a Sassuolo mette in mostra il lato migliore di sé. Al 3’ prima Gyomber con un tiro ad incrociare (Consigli in angolo) e poi Strandberg con un colpo di testa (sul fondo di poco) mettono subito le cose in chiaro. Al 15’, poi, grande azione corale orchestrata da Kastanos, Ranieri e Djuric per Gondo che in rovesciata colpisce però Ferrari.

La sblocca Berardi ad inizio ripresa: i minuti passano e la partita diventa sempre più piacevole, merito anche del Sassuolo che sì fa fatica a fare il suo gioco ma in un paio di circostanze si affida a Boga per provare a spezzare in due la partita. Dopo il tentativo di Lopez al 17’ dai venti metri (Belec in angolo), al 22’ Frattesi da posizione leggermente più vicina calcia sul fondo. Due occasioni che non intaccano le certezze di una Salernitana che in mezzo al campo è trascinata dai due Coulibaly, mentre Kastanos è un buon collante con l'attacco che punta sulla solita vivacità di Gondo e i centimetri di Djuric bravo sempre ad aprire i giusti spazi per i compagni.

Tutto, quindi, molto bene, ma fino al 54’ quando improvvisamente lo scenario cambia. Bastano pochi secondi in cui la Salernitana prima collassa negli ultimi venti metri di campo e poi lascia completamente da solo Berardi in area di rigore (in tre su Djuricic) che di testa non deve far altro che appoggiare in rete il cross al bacio dello scatenato Boga.

Simy non risponde a Berardi

I granata provano a reagire subito con grande veemenza, ma al 60’ è nuovamente il Sassuolo a sfiorare il gol questa volta con Raspadori che calcia però sul primo palo dove Belec è attento. Altri tre minuti e Boga si ripete, ma questa volta Belec nega la gioia all'attaccante azzurro anticipandolo sul cross rasoterra di Rogerio che dopo altri tre giri di lancette diventa invece protagonista nella sua area.

Il neo entrato Bonazzoli, con lui anche Obi e Simy, supera Consigli con un clamoroso colpo di tacco ma il difensore neroverde allontana la palla pochi centimetri prima della linea di porta. Le squadre sono ormai allungate e lo spettacolo, nonostante la pioggia costante, è sempre intenso nonché piacevole. Gagliolo e Bonazzoli ci provano per la Salernitana, Traore e Scamacca per il Sassuolo. Ma la vera occasione capita a Simy a tre dal 90’, l'ex Crotone però non incrocia bene di testa sul secondo palo sprecando così una ghiottissima chance e negando ai suoi la gioia per un punto che sarebbe stato meritatissimo. 

Sassuolo (4-2-3-1)

Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Frattesi (36’ st Harroui), Lopez; Berardi (36’ st Defrel), Djuricic (45’ st Kyriakoupolos), Boga (25’ st Traorè); Raspadori (25’ st Scamacca). 

A disposizione: 30 Vitale, 56 Pegolo, 3 Goldaniga, 4 Magnanelli, 5 Ayhan, 13 Peluso, 97 Henrique. All. Dionisi.

Salernitana (4-3-1-2)

Belec, Gyomber (38’ st Zortea), Strandberg, Gagliolo, Ranieri (29’ st Jaroszynski), Coulibaly M., Coulibaly L., Di Tacchio (19’ st Obi); Kastanos; Djuric (19’ st Simy), Gondo (19’ st Bonazzoli)

A disposizione: 1 Fiorillo, 5 Veseli, 8 Schiavone, 24 Kechrida, 26 Bogdan, 33 Delli Carri, 63 Vergani. All. Castori.

Arbitro: Giua di Olbia. 

Rete: 9’ st Berardi.

Note: ammoniti Lopez, Ranieri, Ferrari e Gondo. Angoli: 8-4 Salernitana. Recuperi: 1’ pt e 5’ st. Spettatori: 6.000 circa. 

Leggi l'articolo completo
su Il Mattino
Live Zenit-Juventus 0-0, ci prova Chiesa
Covid, lo studio del Ceinge di Napoli: «In Italia casi di sottovariante inglese» Gli esperti: a rischio anche i vaccinati
Covid Campania, 406 casi positivi De Luca: attenti o si richiude
Covid, il bollettino: 3.702 contagi e 33 morti. Tasso di positività 0,76%
Terza dose, Moderna o Pfizer? La differenza, tempi e AstraZeneca