Avellino, decine di fac-simile da 20 euro nei distributori: scovato il falsario

ARTICOLI CORRELATI
I militari della Stazione Carabinieri di Avellino hanno identificato e denunciato il responsabile dei furti di tabacchi commessi in città negli scorsi giorni. Furti che avevano visto protagonisti, loro malgrado, due imprenditori della zona i quali, all’atto di aprire i propri esercizi, si erano trovati di fronte un’amara sorpresa: qualcuno aveva prelevato considerevoli quantitativi di prodotti dai distributori automatici utilizzando delle false banconote da 20 Euro, recanti anche la stampigliatura “fac-simile”, che erano però riuscite ad eludere i sistemi di gestione delle macchine.



Le indagini condotte dai militari dell’Arma, e coordinate dalla Procura della Repubblica hanno consentito di individuare il presunto reo in un 46enne residente nell’hinterland partenopeo. All’esito di perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione dell’uomo, i Carabinieri hanno rinvenuto centinaia di banconote identiche a quelle che erano state utilizzate per compiere i furti oltre ad ulteriori 2 banconote da 100 Euro risultate abilmente contraffatte. Il quadro gravemente indiziario così ricostruito ha fatto sì che il 46enne sarà ora chiamato a rispondere sia di furto aggravato che di detenzione di monete falsificate.
Venerdì 24 Luglio 2015, 15:38 - Ultimo aggiornamento: 25 Luglio, 11:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2015-07-25 10:15:56
Se reca la scritta fac-simile non c'è reato, la colpa è dei distributori automatici che non erano adeguati.

QUICKMAP