Whirlpool, vertice finito: la pressione dei 600 operai in piazza

Gli operai priovenienti da Carinaro davanti al Mise
di Alessandra Tommasino

S'è concluso in tarda mattinata il vertice sindacati-azienda-governo che s'è tenuto a Roma, presso la sede del Mise. Grande l'attesa di 600 lavoratori della Whirlpool di Carinaro, che presidiano il Ministero. Gli operai sono arrivati a Roma con 12 pullman e sono giunti davanti al Mise scortati dalle forze dell'ordine. Tanti gli slogan urlati in piazza, attendendo che il vertice - durato circa tre ore - avesse termine.



Secondo notizie filtrate dall'interno notevole sarebbe stato l'impegno del presidente della Regione, Caldoro, a difendere lo stabilimento campano davanti al piano aziendale che ne prevedeva la chiusura con il licenziamento di 815 dipendenti. Di qui gli slogan pro Caldoro urlati all'improvviso dagli operai, che invece ne hanno riservati di negativi all'indirizzo di Renzi.



Le prime indiscrezioni rese dai sindacalisti, all'uscita dal vertice, parlano della conferma della volontà di investimenti dell'azienda, ma resterebbe ancora intatto il rischio chiusura per gli stabilimenti compreso quello di Carinaro. La piazza è presidiata dalle forze dell'ordine.
Lunedì 27 Aprile 2015, 12:58 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 08:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP