Lutto nel mondo della letteratura: è morto Giampaolo Rugarli

Lutto nel mondo della letteratura: è morto oggi il romanziere napoletano Giampaolo Rugarli. Ne dà notizia la casa editrice Marsilio. L'autore esordì solo nel 1987 con Superlativo assoluto, ma si affermò presto con Il nido di ghiaccio (Premio Campiello) e Andromeda e la notte che nel 1990 gli valse il Premio Strega. Il suo inedito, Manuale di solitudine, uscirà per Marsilio nel marzo 2015. Era nato a Napoli 82 anni fa.



Autore di oltre venti opere, tradotte in più lingue, aveva vinto prestigiosi premi. Rugarli si trasferì con la famiglia a Milano negli anni Quaranta dove si laureò in giurisprudenza, per poi, dal 1955, cominciare a lavorare in una grande banca del Nord, da dove fu trasferito, a Roma, nel 1967, divenendo poi direttore della Sede romana dell'Istituto nel 1972. Rientrato a Milano, diventò capo della Esattoria Civica, ma la sua esperienza si concluse quando ravvisò gravi irregolarità che segnalò all' autorità competente finendo per questo in una specie di reclusorio della banca.



Nominato capo dell'Ufficio Studi, fondò con l'Editore Laterza, e diresse, la Rivista Milanese di Economia, con i contributi di Claudio Magris, Pietro Citati, Claudio Cesa, Mario Monti e altri intellettuali ed economisti. Alla fine del 1985, lasciò il lavoro in banca e cominciò a dedicarsi unicamente alla attività di scrittore (che aveva condotto privatamente in precedenza).
Martedì 2 Dicembre 2014, 18:48 - Ultimo aggiornamento: 02-12-2014 20:04



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2014-12-03 22:53:00
IN RICORDO DI GIAMPAOLO RUGARLI Un altro grande se n'è andato e (quasi) nessuno se n'è accorto... piango la morte di un uomo mite, serio, disincantato, mai prono al potere... piango la morte di chi, pur tra mille impegni sia umani che letterari, mi accolse con grande disponibilltà dedicando minuti, ore, giorni al mio piccolo lavoro letterario donandomi consigli e una impagabile guida morale... piango la morte di un AMICO!

QUICKMAP