Hosteria Toledo, vermicelli con le cozze nei Quartieri Spagnoli

L'insegna dell'Osteria
di Santa Di Salvo

Nel cuore del cuore dei Quartieri Spagnoli, di fronte al Banco di Napoli, il vico Giardinetto a Toledo spicca per chiasso e per folklore a buon mercato. La bancarella calcistica con maglie e gadget del Napoli la fa da padrona, con tanto di avviso ai milanisti di stare attenti alla nebbia, dove facilmente ci si pu scontrare corna e corna. Più su, a pochi metri, c’è una antica osteria. Anzi Hosteria, con il vezzo dell’acca davanti che vorrebbe nobilitare l’insegna. Dal 1951 qui si svolge la storia di Maria detta Sosora, ovvero la sorella più grande di ben dieci figli. Mamma Sosora fu appunto la cantina, gestita dalla intraprendente signora e dal marito Salvatore Preziosi, già campione italiano di pugilato. E ancora oggi figlia e nipote conservano la tradizione degli antichi piatti di casa, serviti agli affezionati clienti e a molti turisti attirati dalle guide low cost e dalla calda semplicità del locale.



Di molti di loro restano tracce nelle cartoline sparse sui muri.

All’Hosteria Toledo due sale e una settantina di coperti, cucina verace, servizio sbrigativo e prezzi bassi. Sui tavoli coi tovaglioli a quadri trovate pane fragrante fatto in casa e i cavalli di battaglia di Titina, a partire dalla classica genovese e dai vermicelli con cozze, pecorino e fiori di zucca (vermicelli, non spaghetti mi raccomando, gli stessi che vengono preparati “alla puveriello” in bianco con due uova a occhio di bue cotte con sugna sale e pepe).



Anche se la scelta a pranzo è più ridotta, il menu del giorno offre almeno cinque primi, altrettanti secondi a 5 euro e contorni abbondanti a 3. Oggi c’è riso e verza, siciliana al forno, caserecce provola e peperoni, “tracchie” al ragù, i calamari in cassuola e freschissima frittura di fragaglia, erede del mitico “cuppetiello” che fu cibo povero e oggi non più.



Paccheri con ricotta, pasta e patate con provola e parmigiana di melanzane viaggiano in questi giorni assieme alle minestre con ceci e lenticchie e al baccalà fritto e in umido. E non perdete i dolci, anch’essi preparati in casa. Da citazione la torta di ricotta e pere e il tiramisu. Spenderete sui 15 euro.



Nel cuore del cuore dei Quartieri Spagnoli, di fronte al Banco di Napoli, il vico Giardinetto a Toledo spicca per chiasso e per folklore a buon mercato. La bancarella calcistica con maglie e gadget del Napoli la fa da padrona, con tanto di avviso ai milanisti di stare attenti alla nebbia, dove facilmente ci si può scontrare corna e corna.



HOSTERIA TOLEDO

NAPOLI

Vico Giardinetto a Toledo, 78

Tel. 081-421257

Chiusura: martedì a cena

Prezzo medio:

15/20 euro

Giovedì 16 Gennaio 2014, 21:23 - Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 22:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP