Napoli. Colpo ai narcos della camorra: 40 arresti e 30 milioni di beni sequestrati

di Giuseppe Crimaldi

Colpo ai cartelli del narcotraffico della camorra. I carabinieri stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico di una quarantina di persone ritenute responsabili di associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti aggravata dalle finalità mafiose.



GUARDA IL VIDEO





Le indagini dei militari dell’Arma, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, hanno fatto luce sull’importazione di consistenti quantitativi di cocaina e di hashish dall’Olanda e dalla Spagna ad opera di tre clan camorristici di Napoli e provincia. Nel corso delle investigazioni sono anche stati arrestati sei corrieri e sequestrati circa 600 chili di droga.



Gli investigatori hanno anche individuato un espediente utilizzato dai narcotrafficanti per trasportare lo stupefacente senza destare sospetti in caso di controllo: si tratta di un serbatoio di carburante con vasi comunicanti he venivano azionati elettronicamente: uno per nascondere la cocaina e l’altro per il gasolio.



I carabinieri stanno anche procedendo al sequestro di beni per un valore stimato di 30 milioni di euro. Tre i clan camorristici coinvolti nell'inchiesta: Contini, Nuvoletta e Gionta. I tre gruppi si erano «consorziati» e, di fatto, importavano insieme ingenti quantitativi di droga.



Le indagini hanno consentito di individuare anche due insospettabili napoletani che fungevano da broker, veri e propri intermediari tra le famiglie criminali napoletane e i narcos sudamericani.
Mercoledì 29 Ottobre 2014, 09:13 - Ultimo aggiornamento: 29-10-2014 10:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2014-10-29 11:20:00
2-3 anni Sei ottimista.
2014-10-29 10:32:00
Appena stileranno l'elenco delle persone arrestate, segnatevi i loro nomi e cognomi: grazie ai cosiddetti "vizi di forma" (i penalisti sanno bene di cosa parlo), questi criminali si faranno al massimo 2-3 anni di carcere, poi torneranno di nuovo a piede libero a "consorziarsi"...

QUICKMAP