Camorra, scintille De Luca-Bindi: «Offese sconcertanti su Napoli» | Commenta

Mercoledì 16 Settembre 2015 di Luigi Roano e Paolo Mainiero

La camorra «parte costitutiva» della società a Napoli. Le dichiarazioni della presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi hanno sollevato polemiche e scatenato accuse. Il sindaco de Magistris e il governatore De Luca insorgono, il procuratore Colangelo prende le distanze.

La Bindi non fa marcia indietro, anzi: «Se qualcuno si è offeso non posso chiedere scusa perché ne sono convinta. Non negare la camorra è il primo atto per combatterla». «Parole offensive e aberranti», dice il sindaco.

A Palazzo Santa Lucia sorpresa e sconcerto. E se fossero toni forti per attaccare l’«impresentabile» Vincenzo De Luca»? C’è anche questo nella giornata delle polemiche. Il governatore attacca: «Un’offesa sconcertante». E Saviano si schiera con la Bindi.

CONTINUA A LEGGERE SUL MATTINO DIGITAL

Ultimo aggiornamento: 17 Settembre, 13:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA