Giugliano. Morto in casa con filo di ferro al collo: «Si è tolto la vita». L'uomo aveva precedenti per omicidio e rapina

Sabato 29 Agosto 2015 di Mariano Fellico

GIUGLIANO. Il cadavere di un uomo, Massimiliano Melillo, è stato scoperto dagli agenti del Commissariato di polizia di Giugliano, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino, in un'abitazione di via Madonna del Pantano. Gli investigatori ritengono che l'uomo si sia tolto la vita. Il cadavere è stato trovato in avanzato stato di decomposizione: la morte, secondo un primo esame medico legale, risalirebbe ad alcune settimane fa. Gli agenti del locale commissariato, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino, hanno trovato il cadavere con un filo al collo. L'uomo aveva precedenti per omicidio. Diversi anni fa, infatti, fu coinvolto in un dlitto per motivi economici che avvenne nel centro di Napoli. Da qualche tempo si era stabilito a Giugliano.

I poliziotti, insieme ai vigili del fuoco, sono riusciti ad entrare nell'appartamento dell'uomo e scoperto il corpo di Melillo, classe 1973. Il corpo è stato trovato legato al collo con del filo di ferro legato ad un termosifone.

Ultimo aggiornamento: 22:48