Corte europea dei diritti umani, il nuovo presidente è napoletano

Il giudice italiano Guido Raimondi è stato eletto presidente della Corte europea dei diritti umani. Lo annuncia la stessa Corte. Raimondi, già vice presidente della Corte di Strasburgo assumerà il nuovo incarico il primo novembre. Il giudice italiano succede al lussemburghese Dean Spielmann. Guido Raimondi è il secondo italiano, dopo Giorgio Balladore Pallieri (1974 - 1980), a ricoprire l'incarico di presidente della Corte di Strasburgo. Raimondi è nato a Napoli il 22 ottobre 1953, ed è nella città partenopea che si è laureato in legge nel 1975. Tra gli incarichi ricoperti quello di Avvocato generale presso la Corte di Cassazione, di cui è poi stato anche membro. Prima di essere eletto giudice della Corte di Strasburgo nel 2010, Raimondi lavorava come consulente legale all'Ilo (International Labour Office) a Ginevra.
Lunedì 21 Settembre 2015, 18:45 - Ultimo aggiornamento: 21-09-2015 19:21



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP