Pino Daniele, «100mila» in piazza Plebiscito per il flash mob| Video e foto

Martedì 6 Gennaio 2015
Pino Daniele, «100mila» in piazza Plebiscito per il flash mob| Video e foto

In 50mila si sono radunati questa sera in piazza del Plebiscito per ricordare Pino Daniele. La piazza era già gremita molto prima dell'inizio ufficiale del Flash mob stabilito per le 20.45. In piazza un fiume in piena. Tra di loro anche il sindaco che conferma la notizia del secondo funerale napoletano.

Non ci sono candele ad illuminare questa serata di luna piena, ma gli smartphone degli oltre seimila cittadini presenti che cantano a gran voce tutti i maggiori successi del cantautore appena scomparso.

Seduti sulle scalinate della chiesa di San Francesco di Paola, tra commozione e cori Napoli ricorda uno dei suoi più amati musicisti. In piazza sono state esposte la chitarra dell'artista e alcune sue fotografie.

«Una strada o una piazza intitolata a Pino Daniele è il minimo». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in piazza del Plebiscito per il flash mob per rendere un omaggio al cantautore. «Era un suo desiderio pensare ai giovani musicisti napoletani - ha affermato - voglia aprire piazze e vicoli a giovani napoletani». E in merito al secondo funerale in programma domani nella basilica di Santa Chiara, de Magistris ha fatto sapere che «stiamo verificandone l'ufficialità».

«Una partecipazione enorme, almeno in 100mila, per il flash mob per Pino Daniele in Piazza del Plebiscito - dice il sindaco di Napoli de Magistris - dove c'erano persone di ogni età. È un fatto molto significativo che si possano celebrare i funerali anche qui,l'abbraccio di stasera è stato unico; Napoli doveva dargli il saluto nella 'suà piazzà.

Il sindaco, «molto contento» per la decisione assunta dalla famiglia, non ha ancora deciso se partecipare ai funerali che si terranno domani alle 12 a Roma vista la necessità di coordinare la macchina organizzativa che si metterà in moto in vista dell'appuntamento napoletano.

La grande partecipazione registratasi questa sera in Piazza del Plebiscito, infatti, induce a predisporre un'adeguata accoglienza per le migliaia di persone desiderose di dare l'ultimo saluto all'artista. In ogni caso, si sottolinea dallo staff di de Magistris, naturalmente il gonfalone del Comune di Napoli sarà portato in prima fila ai funerali a Roma.

Tra la gente accorsa, persone di tutte le età perchè «non conoscono limiti di anni le sue canzoni» dice una donna di 58 anni che racconta di aver seguito il cantante fin dai primi passi. La piazza intonano anche altri brani famosi come « 'Ie sò pazzò», «'Nero a meta» e la mitica «Napul è».

"Un evento del genere non ha probabilmente precedenti - ha commentato Francesco Emilio Borrelli dei Verdi presente in piazza - decine di migliaia di persone che si vedono autonomamente per gridare il loro amore al nostro Pino Daniele simbolo di genio e grandezza continua che a cambiare la città anche adesso che è scomparso. Molti resteranno tutta la notte a fare una veglia in suo onore e a cantare le sue canzoni. I napoletani hanno rialzato la testa e in questo dolore collettivo stanno riscoprendo l'orgoglio delle loro origini e di essere concittadini di questo straordinario artista".

Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio, 10:12