Torre del Greco. Mario è tornato a casa: il sedicenne scomparso a maggio sta bene

Domenica 6 Luglio 2014 di Mariella Romano
L'abbraccio di Mario con mamma Nunzia e papà Nicola
Segui Il Mattino su Facebook, clicca qui





Torre del Greco. Mario è tornato a casa. Epilogo a lieto fine per il sedicenne di origini romene, Anghel Neamtu, da tutti conosciuto con il nome di Mario scomparso da Torre del Greco il 24 maggio scorso.



Anche se dimagrito e frastornato, sta bene. L’abbraccio con mamma Nunzia, papà Nicola, le sorelline Maria e Giovanna e la nonna Petronella, è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi, domenica 6 luglio. Il ragazzo avrebbe confermato di essersi allontanato spontaneamente, ma non avrebbe saputo spiegare perché ha deciso di far perdere le tracce per 42 giorni: il giovane avrebbe girovagato, senza una meta fissa, e dormendo all’addiaccio, tra Pozzuoli, Caserta e Aversa. “All’ora di pranzo”, racconta ancora emozionata mamma Nunzia, “mi ha telefonato e mi ha detto: vienimi a prendere alla stazione di Napoli. Mi sembrava di sognare. Ma Mario è qui e l’incubo è finito”.



Soddisfatto anche l’avvocato Antonio Cardella, che a titolo completamente gratuito sta assistendo la famiglia fin dalle prime ore della scomparsa: “La notizia”, dice il legale “non può che renderci felici, adesso lasciamo a Mario il tempo di riposare e di riprendersi. In tempi e modi diversi cercheremo di capire le ragioni che lo hanno portato ad allontanarsi da casa”. Ultimo aggiornamento: 20:54