Siani: «Con De Sica porto a teatro il mio Principe abusivo»

Tra i protagonisti dell’affollato galà dell’Ischia Global nel quale avviene la premiazione di Antonio Banderas, allo Strand hotel Delfini di Carta Romana, il travolgente Alessandro Siani conquista ben presto il centro della scena con battute a raffica apprezzate dalla platea italiana («A Banderas gli rubo tutte le merendine») e, dopo apposita traduzione, anche dai tanti ospiti internazionali.



Poco prima di salire sul palco, dove viene premiato come «King of comedy», e poi raggiungere proprio la star spagnola e Clementino per eseguire a tre voci «Cos cos cos», brano che il rapper ha costruito su un suo tormentone, il comico napoletano approfitta per dare qualche anticipazione sui suoi prossimi progetti, ancora una volta divisi tra teatro e cinema.



Si comincia dal palcoscenico. «A ottobre, inizieremo le prove per il musical tratto dal mio film d’esordio come regista, “Il principe abusivo”. Andremo in scena a dicembre e le prime tre tappe – anticipa Siani – saranno Napoli, il teatro Augusteo, Roma e Milano. Accanto a me ci sarà di nuovo Christian De Sica, che canterà anche, mentre abbiamo dovuto cambiare altri membri del cast, per impegni concomitanti. Così, abbiamo inserito Elena Cucci nel ruolo della protagonista femminile, mentre al posto di Serena Autieri ci sarà Stefania De Francesco. Le musiche saranno di un autore che è una garanzia: Umberto Scipioni». Sempre nello stesso periodo, però, Alessandro Siani proseguirà nella scrittura della sua terza regia cinematografica (dopo «Il principe abusivo» e «Si accettano miracoli», che veleggia verso i 17 milioni di euro), assieme al collaudato Fabio Bonifacci.



«Racconteremo una storia molto divertente – spiega – che sarà sul grande schermo in tempo per Natale 2016. Senza svelare troppo, l’argomento della trama è universale, ma anche con risvolti sociali che potrebbero un po’ dividere. Agli attori, per ora, non ho ancora pensato, anche se in passato ho avuto un avvicinamento con Carlo Verdone, col quale però, purtroppo, non coincidevano i rispettivi impegni». Oltre al cinema e al teatro, Siani non disdegna qualche comparsata mirata anche in televisione. Per esempio, sarà su La7, «ma soltanto come ospite – precisa – di una puntata di ”Il boss dei comici”, un reality show realizzato dagli stessi autori di “Made in Sud”. Considero importante organizzare bene le mie apparizioni, per non essere sovraesposto, presente contemporaneamente al cinema, a teatro e in tv».



E i new media? «Anche per questo motivo, finora non sono sbarcato nell’universo dei social network», spiega l’attore e regista: «Non ci sono né su Twitter, né su Facebook, né su Instagram, ma non perché io sia antitecnologico, anzi. Credo che, se ben utilizzati, questi siano strumenti straordinari. E prima o poi sicuramente li utilizzerò anch’io. Ma», conclude, «voglio evitare il pericolo che il pubblico mi veda troppo e dappertutto».



d.d.p.


Giovedì 16 Luglio 2015, 16:37




QUICKMAP