Ciarambino e i Cinque Stelle: «La giunta regionale la scegliamo sul web»

di Davide Cerbone

Parole come fossero paletti. Piantati con vigore nel terreno della contesa per segnare bene il confine con «gli altri». Ma, prima ancora, per marcare il recinto dell'etica e della trasparenza, oltre il quale per nessun motivo si va. «Nei ruoli chiave avremo persone competenti e libere». Libere: lo ripete tre volte, Valeria Ciarambino, un sorriso solare ad illuminare un paniere di idee che non si misurano con il compromesso. Persone libere, ribadisce «da qualsiasi patto con i Casalesi, i cosentiniani e i neofascisti». Non serve una legenda per capire a chi si rivolga la candidata presidente dei Cinquestelle, mentre sul terrazzo, assolato pure quello, di Palazzo Marigliano, in pieno centro antico, snocciola i capisaldi della «rivoluzione a Cinque stelle».



CONTINUA A LEGGERE SUL MATTINO DIGITAL
Sabato 9 Maggio 2015, 08:12 - Ultimo aggiornamento: 09-05-2015 08:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP