Maltempo: Capri isolata, Veneto e Friuli sott'acqua
In Calabria scuole ancora chiuse

Calabria in ginocchio. Continua il maltempo che sta flagellando il centro-sud. Piogge intense e vento forte di scirocco da ieri in gran parte della Calabria.

Non si attenua, quindi, l'ondata di vento e pioggia che ha interessato la regione. Resta l'allerta meteo nella fascia jonica con criticità rossa. Scuole chiuse a Catanzaro, Reggio Calabria, Crotone, Vibo Valentia e in molti altri centri. Forti mareggiate vengono segnalate nelle zone costiere dello Jonio reggino e catanzarese. Si segnalano disagi per strade allagate e alberi abbattuti. Disagi nella Capitale per i treni in partenza. A Venezia, invece, l'acqua alta prevista per oggi ha toccato i 120 centometri. Alle 10.10 si attendeva un picco molto elevato, ma il centro Maree del Comune ha rivisto le stime al ribasso.







Capri isolata. Le fortissime raffiche di vento che soffiano da ieri sera nel napoletano, hanno provocato sull'isola di Carpi numerosi danni e costretto i vigili del fuoco a molteplici interventi. Capri è isolata per il maltempo: nessun traghetto e nessun aliscafo è riuscito a salpare dall'isola a causa delle proibitive condizioni meteorologiche. Anche i quattro turisti francesi arrestati dopo i furti seriali commessi ieri nelle boutique griffate di Capri sono rimasti bloccati sull'isola in attesa di essere trasferiti a Napoli per il processo per direttissima.



Burrasca sul golfo. Una vera e propria burrasca, già prevista ieri dai bollettini meteo diffusi dalla Capitaneria di Porto, si sta abbattendo sul golfo di Napoli. I vigili del fuoco della sezione D sono in servizio a Capri da oltre 24 ore non hanno potuto effettuare il cambio di turno per lo stop dei collegamenti. Il primo intervento ieri sera in via Sopramonte per una copertura in plastica distrutta dal vento. Nella centrale via Camerelle un ramo di un albero di alto fusto si è spezzato ed è finito sulla sede stradale. A Marina Grande il forte vento nella notte ha fatto volare da una villa enormi fioriere perimetrali. Si segnalano tettoie in plastica divelte a Marina Piccola, mentre un albero è caduto sulla scuola «Giuseppe Salvia» a Tiberio.



Voli dirottati. A causa del maltempo tre voli sono stati dirottati nella tarda serata di ieri da Catania e da

Trapani all'aeroporto 'Falcone e Borsellinò di Palermo. Si tratta, come fanno sapere questa mattina dallo scalo palermitano, del volo Ryanair Genova-Trapani, del volo Genova-Catania della compagnia Volotea e del volo Ryanair Bergamo-Catania. Questa mattina i voli sono invece tutti regolari. Regolari anche a Ciampiono e Fiumicino.





Frane in Friuli. La pioggia battente della notte scorsa, fino a 30 millimetri l'ora, ha provocato nella zona del basso Isontino diversi allagamenti della viabilità locale nei comuni di San Canzian, Staranzano, Farra d'Isonzo, Capriva del Friuli. Nel corso della notte si è comunque registrata una pausa delle precipitazioni che ha consentito il progressivo svuotamento degli invasi a monte del fiume Meduna e il deflusso delle piene lungo i corsi d'acqua. Lo fa sapere la protezione civile regionale, che continua

a tenere sotto controllo i corsi d'acqua, in parte già oltre il livello di guardia.



Strade chiuse. Rimangono chiuse la strada regionale 251 a causa dell'esondazione del torrente Varma in comune di Barcis, la strada regionale 251 a Corva di Azzano X e il Passo di Monte Croce Carnico lungo la statale 52 bis, a causa dello smottamento sul lato austriaco. Rimangono altresì chiusi i guadi di Rauscedo e di Murlis sul fiume Meduna. Sono operativi 30 volontari di Protezione civile di 10 Comuni su tutto il territorio regionale per il monitoraggio del territorio e per interventi di ripristino in seguito ad allagamenti in particolare nel Pordenonese.



Ancora pioggia. Per oggi sono previste piogge in genere moderate, salvo qualche locale temporale sulla costa, abbondanti e temporalesche in giornata. Dal pomeriggio piogge intense sui monti. Sulla costa dapprima vento da est, poi scirocco moderato. Domani piogge in genere abbondanti, intense a est e sui monti. Sulla costa al mattino soffierà vento da est moderato, poi bora moderata.



Voragine a Trieste. Durante la notte, anche Trieste ha avuto disagi dal maltempo. Ci sono stati allagamenti sulle Rive e nelle strade vicine. Nel rione di Chiadino, vari tombini sono saltati e il tratto iniziale di via dell'Eremo è stato chiuso per cedimento dell'asfalto. I vigili del fuoco sono accorsi a controllare la strada del Lazzaretto, nel vicino comune di Muggia, dove tre settimane fa una frana ha travolto una casa e ucciso una donna.



In Veneto. È stata chiusa al traffico la SS52 «Carnica» tra Cima Gogna/Innesto SS48 delle Dolomiti (km 79,3) e S. Stefano di Cadore (km 88,8), a causa di una frana che ha interessato il versante soprastante la strada statale in direzione nord al km 86,5. Il personale Anas è al lavoro per la regolazione del traffico, con deviazioni in loco e per il ripristino nel più breve tempo possibile della regolare circolazione.



Traffico deviato. Il traffico leggero, riferisce l'Anas, è attualmente deviato sulla SP 532 per il passo di Sant'Antonio; il traffico pesante viene fatto transitare sulla statale a senso unico alternato con sorveglianza a vista. È previsto il ripristino della normale circolazione non appena saranno terminati i sopralluoghi sul versante e saranno effettuati i primi interventi di messa in sicurezza dello stesso versante.



Prudenza alla guida. L'Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l'evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su

tutti gli smartphone e i tablet, grazie all'applicazione 'Vai Anas Plus', disponibile gratuitamente in 'App storè e in 'Play storè. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 'Pronto Anas' per informazioni sull'intera rete Anas.
Venerdì 7 Novembre 2014, 09:47 - Ultimo aggiornamento: 07-11-2014 11:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP