Legambiente, ecco la classifica delle spiagge più belle d'Italia

Sabato 2 Agosto 2014

LA PIU’ BELLA SEI TU – LE 20 SPIAGGE PIU’ BELLE D’ITALIA

Cala degli Infreschi – Camerota – Salerno (1° la più votata del web) – CAMPANIA

BAIA DEGLI INFRESCHI: Cala degli Infreschi si trova nel Comune di Camerota - 4 Vele ne "Il mare più bello, la nuova Guida Blu 2014” - all’interno dell’Area Marina Protetta omonima, Costa degli Infreschi e della Masseta. La spiaggia, raggiungibile via mare o con i sentieri di trekking immersi nella macchia mediterranea, rappresenta una delle insenature di particolare bellezza e di straordinaria valenza naturalistica della costa tirrenica meridionale. La Baia Porto degli Infreschi si presenta come una naturale insenatura ad arco, una spiaggetta delimitata e sovrastata da scogliere rocciose, entro cui si racchiude un limpidissimo mare dalle diverse tonalità.

Buondormire – Palinuro – Salerno – CAMPANIA

BUON DORMIRE: la Spiaggia del Buon Dormire è davvero un luogo prezioso e “fuori dal mondo”. Si raggiunge soltanto via mare e presenta gradazioni dell’acqua dal blu al verde smeraldo. Il contesto paesaggistico complessivo è delizioso: sotto al manto roccioso costellato di ulivi pisciottani e macchia mediterranea domina la spiaggia di sabbia dorata che fronteggia l'isolotto del Coniglio, così chiamato proprio per la bizzarra forma.

Punta Aderci – Vasto – Chieti – ABRUZZO

PUNTA ADERCI: la Riserva Naturale di Punta Aderci è senza dubbio uno dei tratti di costa più belli dell’Abruzzo grazie a una natura incontaminata e selvaggia. Il mare è limpidissimo ed è ideale per bagni e immersioni. Arbusti tipici della macchia mediterranea sono presenti in tutta l’area, mentre è Punta Penna (una delle spiagge all’interno della Riserva ) a rappresentare un esempio unico di ambiente con la più attiva dinamica di deposizione ed edificazione dunale.

Spiaggia della Scalea – S. Domenica di Ricada – Vibo Valentia – CALABRIA

SPIAGGIA DELLA SCALEA: la Spiaggia della Scalea, incastonata tra le spiagge di Riaci a nord e Formicoli a sud, è prevalentemente rocciosa con tratti di sabbia bianchissima e si estende per circa 1 km. È raggiungibile dalla frazione di Santa Domenica di Ricadi, attraverso una scalinata posta a 200 metri dal centro del paese. La Spiaggia della Scalea è posta ai piedi di un costone di arenaria alto circa 100 metri, la cui morfologia ricorda i paesaggi costieri irlandesi, con il risultato di un paesaggio indubbiamente suggestivo. I fondali di colore turchese sono ricchi di flora e fauna marina.

Baia del Silenzio – Sestri Levante – Genova – LIGURIA

BAIA DEL SILENZIO: la Baia del Silenzio si stende a sud di Sestri Levante, con la spiaggia incorniciata da case in tinta pastello e animata dalle barche dei pescatori. Sabbia fine e mare pulito, la Baia del Silenzio si apprezza al massimo la mattina presto o la sera al tramonto, quando la dimensione più intima ne fa cogliere la magia.

Dune di Sabaudia – Sabaudia – Latina – LAZIO

DUNE DI SABAUDIA: la Spiaggia vanta ancora oggi magnifiche dune che si sviluppano per circa 25 km tra il lido di Latina e torre Paola e separano quattro laghi costieri (Fogliano, Monaci, Caprolace, Paola) dalle acque del Tirreno. Lungo le sponde si trova una rigogliosa vegetazione mediterranea dominata da ginepro, mirto e lentisco.

Mezzavalle – Ancona – Ancona – Marche

MEZZAVALLE: tra le più ampie ed estese del Conero, nonché tra le meno antropizzate, Mezzavalle è una lunga spiaggia incorniciata dalla vegetazione rigogliosa delle rupi a nord del monte. Il Conero con la sottostante baia di Portonovo da una parte e le rupi aspre del Trave con lo scoglio omonimo dall’altra, fungono da suggestivo scenario.

Marina di Pescoluse – Salve – Lecce – Puglia

MARINA DI PESCOLUSE: Marina di Pescoluse è una spiaggia di soffice sabbia chiara lunga un paio di chilometri, orlata da formazioni dunali e da canneti, caratterizzata da un imponente litorale dotato sia di servizi turistici che di spiagge libere. Il mare è molto bello, turchese, cristallino e straordinariamente trasparente, con fondali digradanti ideali per la balneazione dei bambini.

Porto Selvaggio – Nardò – Lecce – PUGLIA

PORTO SELVAGGIO: la fatica della passeggiata è ripagata dallo scenario: una fitta vegetazione a pino d’Aleppo e macchia a ginestra e lentisco risale le pendici, mentre rare rupicole come la campanula pugliese e il kummel di Grecia fanno capolino sulle rocce più impervie. Di grande interesse paleontologico sono i numerosi siti che si trovano lungo la baia di Uluzzo.

Baia delle Zagare – Mattinata – Foggia – PUGLIA

BAIA DELLE ZAGARE: a poco più di dieci km da Mattinata, la Baia delle Zagare prende il nome dagli omonimi profumatissimi fiori. Caratteristica indiscussa della Baia delle Zagare, dalla spiaggia di chiara ghiaia, sono i due faraglioni che emergono dal mare cristallino, di tale bellezza e rinomati da essere considerati uno dei simboli naturalistici del Parco Nazionale del Gargano e della Puglia tutta.

Cala Mariolu – Baunei – Nuoro – SARDEGNA

CALA MARIOLU: la spiaggia di Cala Mariolu si apre nel Golfo di Orosei, nella località di Punta Ispuligi ed è raggiungibile via mare o tramite un impegnativo percorso di trekking. Il nome è legato alla foca monaca, apostrofata dai pescatori “mariolu” (ladra) in quanto prelevava il pescato dalle reti. Le acque sono limpide e i fondali da sogno, perfetti per immergersi. La sabbia è mista a sassolini tondi di colore rosa.

Cala Luna – Dorgali – Nuoro – SARDEGNA

CALA LUNA: Cala Luna si trova lungo un’alta falesia che si apre alla base con profonde grotte. È raggiungibile via mare o da terra tramite un sentiero immerso nella macchia mediterranea. Alla fine la montagna digrada verso il mare e la spiaggia appare dall’alto, bianchissima come la polvere di luna in contrasto con l’azzurro del mare: Cala Luna è di una bellezza struggente, con la luce abbacinante e il litorale di sabbia preziosa tra rocce e falesie. Alle sue spalle, una piscina naturale d’acqua dolce consente un bagno alternativo.

Bidderosa – Orosei – Nuoro – SARDEGNA

BIDDEROSA: la foresta costiera di Bidderosa, vera e propria oasi, è la perfetta cornice a cinque splendide calette in una delle più belle e pregiate aree costiere della Sardegna. Natura solitaria e selvaggia, candida e fine, mare verde-azzurro e poco profondo, è quasi deserta anche in alta stagione per la protezione assegnatavi dalla riserva forestale e dal comune di Orosei: l’accesso alle spiagge è a numero chiuso.

Compoltitu – Bosa – Oristano – SARDEGNA

COMPOLTITU: a pochi chilometri da Bosa e leggermente nascosta, Compoltitu ha sabbia bianca, in una rada parzialmente chiusa con acqua chiarissima, incorniciata da uno scenario di rocce. Proseguendo oltre il litorale sabbioso, appare una distesa di scogli di calcare candido levigati dal mare.

Lo Zingaro – San Vito Lo Capo – Trapani – SICILIA

LO ZINGARO: la Riserva dello Zingaro va scoperta tramite i diversi sentieri all’interno che permettono di raggiungere le splendide calette. Lungo i 7 km di costa della Riserva, infatti, si trovano in tutto 10 bellissime calette (alcune raggiungibili solo da mare) di ciottoli bianchi. Ovunque nella Riserva il paesaggio subacqueo è un continuo susseguirsi di colori e forme.

Spiaggia dei Conigli – Lampedusa – Agrigento – SICILIA

SPIAGGIA DEI CONIGLI: famosa per la deposizione delle tartarughe, la Spiaggia dei Conigli si trova nella Riserva naturale “Isola di Lampedusa” gestita da Legambiente. L’acqua regala tutte le gradazioni del turchese e i fondali sono molto bassi: bisogna camminare per oltre 100 metri prima di potersi immergere completamente. Autentico “pezzo d’Africa”, quasi privo di vegetazione, incastonato tra costoni di roccia, l’Isolotto dei Conigli (non visitabile) ospita una colonia nidificante di gabbiano reale e una rara lucertola africana ed è separato dall’Isola madre da un breve istmo sabbioso a volte affiorante.

Cala Faraglione – Levanzo – Trapani – SICILIA

CALA FARAGLIONE: una delle zone più affascinanti e tipiche di Levanzo, nelle Isole Egadi, è cala Faraglione, affacciata (appunto) di fronte al suggestivo faraglione. Raggiungibile da un breve tratto di strada asfaltata, offre colori e riflessi imperdibili all’ora del tramonto.

Cannelle – Isola del Giglio – Grosseto – TOSCANA

CANNELLE: le Cannelle è la seconda spiaggia per estensione dell’Isola del Giglio, a sud di Giglio Porto. Si può raggiunge dal Porto per via mare con i barcaioli o, per coloro che amano camminare, attraverso un tragitto a piedi di 15 minuti. La spiaggia è caratterizzata da una sabbia fine di quarzo ed è bianca. Le acque cristalline e la cornice a sassi rotondi ne fanno forse la più "gustosa" spiaggia dell'isola. Infatti il fondale è dolce e non scende a picco, ideale per i bambini.

Colle Lungo – Parco della Maremma – Grosseto – TOSCANA

COLLE LUNGO: Collelungo è tra le più belle spiagge del Parco della Maremma: una lunga e ampia distesa di sabbia fine e bruna costellata da dune alte, sabbiose e ricoperte dalla tipica vegetazione dunale. Ogni tanto è possibile scorgere qualche volpe che passeggia indisturbata sulla sabbia. Si raggiunge entrando nel Parco e seguendo i sentieri e i percorsi indicati.

Sansone – Portoferraio – Livorno – TOSCANA

SANSONE: è tra le splendide spiagge a nord-ovest di Portoferraio. Composta da piccoli ciottoli bianchi, si apre su una costa ripida e bianchissima. Si raggiunge con un sentiero pedonale.