Luca Barbareschi denuncia e licenzia la skipper: «Stava sempre nuda davanti ai bambini e mi minacciava»

di Riccardo Di Vanna









Ha perseguitato Luca Barbareschi per un mese, bersagliandolo di telefonate e messaggi dai toni decisamente poco urbani. Una sequenza di minacce

e improperi per la quale una skipper quarantenne residente in Sardegna è finita a processo davanti ai giudici del tribunale penale di Piazzale Clodio.



La donna, imbarcata nel 2008 su un charter preso in affitto dall'attore ed ex parlamentare, chiamata a rispondere anche dell'accusa di molestie, era stata costretta dallo stesso Barbareschi ad abbandonare improvvisamente il panfilo sul quale stava lavorando perché resasi protagonista di atteggiamenti considerati poco professionali.



L'ALLONTANAMENTO



La vicenda si consuma tutta tra le coste della Sardegna e quelle dell'isola di Ponza. La vittima, in compagnia della famiglia e di un gruppo di amici, prende a noleggio un'imbarcazione e salpa per una crociera privata. La società che affitta il natante fornisce anche il personale di bordo, tra cui l'imputata. La signora, skipper di professione, dovrebbe occuparsi della navigazione, ma il suo comportamento pare essere molto distante da quello che ci si attenderebbe da un operatore del settore.



L'olbiese, poco attenta allo svolgimento delle sue mansioni, trascorre il tempo prendendo il sole in topless e approfittando del viaggio per fare qualche tuffo. Barbareschi non sembra gradire la scarsa pudicizia della donna e i continui ritardi dovuti al suo scarso impegno. L’attore, imbarazzato dalla situazione, cerca una soluzione e, quando arriva l'opportunità giusta, invita la quarantenne ad abbandonare la nave.



Entrati nel porto di Ponza, la skipper viene sbarcata e lasciata sola sull'isola. Accecata dal risentimento, la donna avrebbe quindi cominciato a inviare alla vittima messaggi di questo tenore: «Ora ti sputtano io. Scrivo ai giornali scandalistici. Tu non hai pagato niente in realtà e io ho tutte le tue foto».



LA TESTIMONIANZA



Ascoltato dal giudice, Luca Barbareschi ha raccontato di essere arrivato alla decisione di allontanare l'imputata dal panfilo soprattutto perché infastidito dal suo atteggiamento spregiudicato in presenza di ospiti e bambini. «Tra Barbareschi e la mia assistita - ha dichiarato l'avvocato Cesare Antetomaso, difensore dell'imputata - c'è stato un rapporto di lavoro controverso. Da lì è scaturito uno scontro verbale probabilmente troppo acceso, ma comunque originato dall'ingiusto allontanamento della signora».





Clicca qui e segui Il Mattino su Facebook!

Sabato 7 Giugno 2014, 11:07



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2014-06-07 16:54:00
dai filmati delle Iene abbiamo visto che razza di caratteraccio tiene questo Barbareschi quindi io credo pienamente alla donna skipper e spero che il giudice lo condanni a pagare un bel gruzzolo alla donna.
2014-06-07 15:38:00
poverino--- povero barbareschi,un uomo cosi'sfortunato,uno sfigato!

QUICKMAP