Arriva il bikini hi-tech contro le scottature: ti avverte se stai per bruciarti

di Giacomo Perra

Donne di tutto il mondo, esultate: avete una pelle molto delicata e temete le scottature? Nessun problema, da oggi non dovrete avere più paura. Questa estate contro le bruciature da eccessiva esposizione solare, infatti, potrete contare su un alleato in più: il bikini hi-tech.

Dotato di uno speciale sensore, il costume vi avvertirà attraverso uno smartphone o un tablet appositamente collegato non appena la quantità di raggi UV incamerata si avvicinerà a superare la soglia tollerata dall’organismo. Con una semplice e immediata segnalazione, già tarata in base al tipo di cute o al livello di abbronzatura desiderato, così la vostra tintarella sarà sicura come non mai e i rossori solo un brutto ricordo.



Messa a punto dalla startup “Spinali Design”, la novità arriva dalla Francia ed è opera dell’imprenditrice Marie Spinali. “L’idea mi è venuta un giorno al mare, quando ho visto qualcuno prendere una scottatura sulla spiaggia mi sono detta: dopo tutto ci sono molti vasi di fiori che avvisano quando le piante sono assetate, dovremmo dunque inventare qualcosa che ci avverta quando il sole è troppo forte”.



Certo, qualche inconveniente non manca: la qualità e la modernità non sono mai state a portata di tutte le tasche e, così, il bikini 2.0, acquistabile solo su Internet, costa la bellezza di 149 euro, non proprio una modica cifra. In un prossimo futuro, poi, magari, il prezzo potrebbe essere destinato ad aumentare: la Spinali infatti si è messa in testa di migliorare la sua creatura, a cominciare dal sensore, che al momento è “solo” agganciato all’indumento: “Stiamo lavorando per lo sviluppo di sensori miniaturizzati, che siano pienamente integrati nel tessuto”.



Ma non è tutto: l’azienda transalpina ha in cantiere anche la produzione di costumi maschili, sia per adulti che per bambini. I modelli per i più piccoli, tra l’altro, potrebbero essere arricchiti da una preziosa funzionalità cerca-persone, necessaria per poter costantemente monitorare, tramite la schermata del telefono o del computer, la posizione dell’utente.
Giovedì 11 Giugno 2015, 17:40 - Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 09:55



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP