Cicchella, da Made in Sud a Tale e Quale: «Sono pronto per l’arena di Conti»

di Stefano Prestisimone

Da bambino, a 4 anni, era già l’attrazione di famiglia con le imitazioni di Verdone, Corrado e Troisi. E da allora non si è mai fermato. Francesco Cicchella, il cantante-comico-imitatore di «Made in Sud» ora entra nella squadra di «Tale e quale show», lo spettacolo di Carlo Conti che ha fatto un boom di ascolti nell’ultima edizione (vinta da Serena Rossi, sensuale cantattrice partenopea) a via domani in prima serata su Raiuno.



Voce vellutata da crooner nei panni di Michael Bublè o perfetto Gigi D’Alessio che litiga con Anna Tatangelo a colpi di canzoni, Cicchella ha la chance di veder ulteriormente decollare la propria carriera. Il cast è composto da 12 concorrenti, sei uomini e sei donne, e il 25enne partenopeo dovrà battere la concorrenza di Max Giusti, Massimo Lopez, Walter Nudo, Sergio Friscia, Savino Zaba, Bianca Guaccero, Laura Freddi, Elena Di Cioccio, Karima, Giulia Luzi e Cosima Coppola. Novità in giuria con Christian De Sica che lascia la poltrona, sostituito dalla new entry Gigi Proietti, accanto ai «veterani» Loretta Goggi e Claudio Lippi.



Come sempre, i giurati commenteranno le esibizioni ed esprimeranno i voti che determineranno la classifica di puntata e quella finale.



Come è nata l’occasione di «Tale e quale show»?

«Credo sia il frutto della partecipazione di quest’anno al Festival di Sanremo, dove ho fatto l’imitazione di Bublè mescolandola con quella di D’Alessio. Carlo Conti si fece scappare un “Ma sai che ti vedrei proprio bene a nel mio programma?”. Detto fatto, eccomi qua. Ma devo tutto sempre a “Made in Sud”, altrimenti tutto ciò non sarebbe mai accaduto».



Un programma, quello di Raiuno, che sembra fatto apposta per lei.

«Canzoni e imitazioni. Si, non posso negare che mi si addice parecchio. Posso fare bella figura e non voglio lasciarmi scappare quest’occasione. Non mi sento favorito, ma ho le mie carte da giocare. Poi “Tale e quale show” è un programma di punta di Raiuno e ho la chance di mettere in evidenza le qualità canore che si intuiscono quando faccio i numeri comici ma non sono in primissimo piano. Trasformarmi, diventare qualcun altro mi ha sempre divertito e in questo programma ti danno la possibilità di cambiare totalmente le sembianze. Prenderanno anche il calco del mio viso per i trucchi speciali».



CONTINUA A LEGGERE SUL MATTINO DIGITAL
Giovedì 10 Settembre 2015, 09:16 - Ultimo aggiornamento: 10-09-2015 12:40



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2015-09-10 11:40:05
E Porta a porta no?

QUICKMAP