Investita e uccisa da un ubriaco, Flavia salva quattro persone: gli organi a Roma, Milano, L'Aquila e Bari

Investita e uccisa da un ubriaco, Flavia salva quattro persone: gli organi a Roma, Milano, L'Aquila e Bari
Investita e uccisa da un ubriaco, Flavia salva quattro persone: gli organi a Roma, Milano, L'Aquila e Bari
Mercoledì 24 Agosto 2022, 10:42 - Ultimo agg. 15:59
3 Minuti di Lettura

Flavia Di Bonaventura, la pittrice morta a 22 anni investita un ubriaco, ha compiuto il gesto d'amore più grande della sua breve vita: donare speranza e futuro a quattro persone gravemente malate, in attesa da tempo di un trapianto per sopravvivere. Si sono concluse questa mattina le procedure per il prelievo degli organi, nella sala operatoria dell'ospedale Giuseppe Mazzini di Teramo. Sono tre le equipe intervenute nella notte: una dell'Aquila, un'altra di Roma e una terza di Milano. I polmoni saranno trapiantati a Roma, il fegato a Milano, un rene all’Aquila e un altro a Bari. Le cornee e il cuore, dopo lunga valutazione della commissione medica, a causa dei gravi traumi riportati all'investimento, non saranno trapiantati.

 

«È questo il quarto prelievo multi organo avvenuto al Mazzini di Teramo quest'anno, reso possibile, in primis, per la sensibilità mostrata dalla ragazza, che in vita aveva dato il proprio assenso alla donazione, e dei suoi familiari che hanno dato prova di una eccezionale disponibilità in un momento di profondo dolore», dice una nota della Asl.

 «Il mio ringraziamento va ai familiari, a cui sono vicino a nome di tutta la Asl. E ringrazio anche tutto il personale sanitario che si è speso in questo frangente. È stato un lavoro immane svolto da un gruppo coeso che ci ha creduto fino alla fine nonostante le tantissime difficoltà», dice il direttore generale Maurizio Di Giosia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA