Furto nella villa dell’assessore Ciliberti: rubati tutti i gioielli, forse è stata seguita

Soccorsa Ciliberti. Furto nella villa dell assessore Ciliberti: rubati tutti i gioielli, forse è stata seguita
Soccorsa Ciliberti. Furto nella villa dell’assessore Ciliberti: rubati tutti i gioielli, forse è stata seguita
di Azzurra Marcozzi
Martedì 12 Luglio 2022, 10:15
3 Minuti di Lettura

GIULIANOVA Tornano in azione i ladri: indagini dei carabinieri. Un colpo è stato messo a segno nell’abitazione ubicata tra Giulianova e Cologna, i provincia di Teramo, di M.D.L., un tecnico molto noto. I ladri, approfittando del fatto che non ci fosse nessuno in casa, sono entrati nel piano superiore della villetta a due piani, che è disabitato, e sono andati a quello inferiore. Hanno messo a soqquadro tutte le stanze riuscendo a rubare circa duemila franchi svizzeri, gioielli e monili in oro, fuggendo proprio mentre i proprietari stavano tornano a casa come loro stessi hanno raccontato: «Abbiamo sentito strani rumori, poi ci siamo accorti del furto e abbiamo capito che c’erano stati ladri».

Giulianova, ristoratore sventa il furto del Rolex d'oro e mette in fuga il ladro


L’ALTRO COLPO A Giulianova, invece, si infittisce di mille interrogativi il furto subito dall’assessore al bilancio del Comune di Giulianova, Soccorsa Ciliberti, derubata di tutti i suoi gioielli l’altra sera, mentre era fuori casa, una villa ubicata in via Santa Lucia. Una zona altamente residenziale posta al centro, tra la strada provinciale del Convento e la più trafficata Statale 80 per Teramo. Molti dubbi e alcune certezze sull’identikit degli svaligiatori. Sicuramente erano a conoscenza che l’unica possibilità di ingresso fosse una finestra a forma di oblò, l’unico punto a non essere soggetto a un sofisticatissimo sistema di controllo. Con altrettanta certezza si può dire che si trattasse di un furto mirato, quello dei preziosi, appartenenti alla professionista, saltati fuori senza troppa fatica. Segno evidente che qualcuno potesse sapere. Per il resto tutto è rimasto così com’era prima che l’assessore lasciasse l’abitazione per trascorrere una serata fuori casa. L’azione, quindi, si è consumata tra le 20,30 e le 23,30 momento del suo rientro. I banditi hanno potuto agire indisturbati nonostante la presenza di due cani. Non si esclude, quindi, che l’assessora fosse stata seguita da un palo che ne ha osservato gli spostamenti e, in allerta, pronto ad avvertire i propri complici. Molte sono le supposizioni che si rincorrono in queste ore. C’è chi aleggia l’ipotesi che i ladri possano essersi introdotti dalla vicina autostrada per poi farvi ritorno e fuggire verso nord.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA