Sharing mobility, Pescara all'ottavo posto in Italia

Martedì 23 Novembre 2021
L'assessore alla mobilità urbana di Pescara, Luigi Albore Mascia

Milano si conferma al primo posto nella classifica nazionale stilata dall'Osservatorio nazionale sulla Sharing Mobility (nato da un'iniziativa del ministero della Transizione ecologica, del ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile e della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile) nel suo quinto rapporto.

Ma la notizia che più risalta in questa graduatoria è la presenza di Pescara nella top ten. Il capoluogo adriatico si piazza infatti all'ottavo posto davanti a Rimini e Verona. Sul podio, oltre a Milano, anche Roma e Torino, seguite nell'ordine da Bologna, Firenze, Bari e Genova.

La notizia è stata accolta con grande soddisfazione dall'assessore comunale alla Mobilità di Pescara, Luigi Albore Mascia. "Vedere Pescara collocata al primo posto in Abruzzo e tra i primi dieci in Italia per la mobilità green è un risultato che premia i nostri sforzi. Dopo la flotta di monopattini portata in città grazie alla collaborazione con Helbiz, abbiamo già avviato progetti per estendere il servizio di sharing mobility alle biciclette. Stiamo inoltre sviluppando gli ecomobility point per la ricarica delle bici elettriche, novità che contiamo di far partire a breve" ha commentato l'assessore.

I dati sui noleggi giornalieri in Italia, sottolinea lo studio, possono essere confrontati con lo Shared mobility index di Fluctuo, che tiene sotto osservazione 16 città europee: il trend positivo registrato in sei città italiane monitorate (Milano, Torino, Roma, Bologna, Cagliari e Palermo) è in linea e addirittura migliore di quello europeo.

Ultimo aggiornamento: 14:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA