Pescara, morto il rottweiler Aaron: cane eroe che scavò tra le macerie di Amatrice

Martedì 14 Aprile 2020
Aaron, il rottweiler protagonista di tanti interventi insieme con il suo conduttore, Francesco Sacco

Mentre l’epidemia legata al Coronavirus sta flagellando il mondo intero, mettendo a dura prova i servizi sanitari e di soccorso, ci ha lasciato Aaron (nella foto con il conduttore Francesco Sacco), il rottweiler del presidente dell'associazione Abruzzo K9, addestrato come tutor nella ricerca di persone scomparse e nella riabilitazione comportamentale di altri cani. Numerosi gli interventi in cui il suo aiuto è stato fondamentale, dalla presenza ad Amatrice nei giorni successivi al terremoto al ritrovamento del cadavere di Alessandro Neri, il ragazzo ucciso a Pescara nel marzo 2018, seguendo 12 chilometri di traccia. Il suo ultimo intervento risale a novembre 2019 ed ha permesso il ritrovamento dello scomparso Elso Tornincasa.


«Ci mancheranno la sua tenacia, la sua forza, la sua tempra, la sua simpatia», questo il saluto dell'associazione, seguito da centinaia di messaggi di cordoglio sulle pagine Facebook del conduttore Francesco Sacco, da parte di tutte quelle persone che per mille motivi si sono trovate ad incrociare le loro vite con lui sotto il post con cui lo ha salutato: «Un amico, un collega, un eroe, un membro della mia famiglia. Vicini fino all'ultimo momento, due cuori che battevano all'unisono, sei zampe per aiutare gli altri, eri la parte migliore di me».

Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 01:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA