Infarto fatale a 56 anni mentre fa jogging, muore insegnante: tre città in lutto

Giovedì 17 Settembre 2020
Infarto fatale a 56 anni mentre fa jogging, muore insegnante: tre città in lutto

Tre paesi, Città Sant’Angelo, Penne e Loreto Aprutino, in lutto per l’improvvisa scomparsa di Giulio Aliprandi, insegnante di educazione fisica molto conosciuto. Ma in generale è l’intero mondo dello sport pescarese a piangere l’uomo, 56 anni, residente nella cittadina angolana, attivissimo anche al di fuori dell’insegnamento nell’organizzazione di competizioni ed eventi. Ieri mattina, in compagnia della moglie Silvana, stava facendo jogging quando ha accusato un malore, un infarto. Subito sono scattati i soccorsi. Per diversi minuti, i sanitari del 118 hanno provato a rianimarlo. Sembrava ci fossero riusciti tanto che, una volta stabilizzato, è stato trasportato al Santo Spirito, dove purtroppo poi è morto, lasciando nella disperazione, oltre alla moglie, i figli Paolo e Laura e i fratelli Alfonso e Giancarlo.

Per tutti, Giulio o meglio Ivano, come in molti lo chiamavano, era un salutista, «un vero uomo di sport. Amava organizzare tornei per i suoi alunni e progetti anche fuori dagli orari di lezione. Sempre sorridente, aveva un feeling speciale con gli studenti e con i colleghi». Dopo aver frequentato l’Isef all’Aquila, per tanti anni aveva insegnato all’Istituto comprensivo Laura Ciulli Paratore di Penne. Seguiva sempre, sia in casa che in trasferta, il figlio Paolo di 21 anni, che per diversi anni ha giocato con l’Acqua&Sapone calcio a 5 nel settore giovanile. I funerali si terranno oggi alle 16.30, nella Collegiata di San Michele Arcangelo. Tanti i messaggi e i ricordi lasciati dagli amici sulla sua bacheca facebook. «Come ogni mattina – scrive Biagio D’Aloia - partivo da casa prestissimo per andare a fare colazione e ti vedevo passare mentre, insieme a tua moglie, iniziavi la tua solita passeggiata. Partivi dall’Annunziata, arrivavi a Colle di Sale e tornavi indietro. Era come un appuntamento fisso. Mi fermavo e parlavamo. Tutto questo sino a ieri mattina».

Ultimo aggiornamento: 09:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA