Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Stroncato da overdose a 61 anni durante la festa contro la droga

Lunedì 28 Marzo 2022
Stroncato da overdose a 61 anni durante la festa contro la droga

Lo hanno trovato in bagno, steso a terra: i familiari sono riusciti ad aprire la porta visto che non rispondeva ai continui richiami. Conoscevano la situazione di dipendenza e si sono subito preoccupati. E' singolare che la morte, sulla piazzetta del quartiere Zanni, a Pescara, sia tornata proprio nel giorno in cui, con una festa, è stata ricordata la grande attività che la Laad e Gianni Cordova hanno compiuto, nel corso degli anni, per aiutare i giovani del quartiere, ma più in generale della città di Pescara, a liberarsi dalla tossicodipendenza.

Immediatamente hanno chiamato i soccorsi, provando intanto ad aiutare l'uomo, 61 anni, a riprendersi, ma è stato tutto inutile. Quando l'ambulanza medicalizzata del 118 è arrivata sul posto, non c'era più nulla da fare. Nell'abitazione è arrivata anche una pattuglia della squadra volante della questura, diretta da Paolo Robustelli, che ha effettuato un sopralluogo e i primi rilievi: i riscontri effettuati fanno pensare che, con tutta probabilità, l'uomo sia stato ucciso da un'overdose, una quantità fatale di eroina che si sarebbe iniettata, in una condizione già provata dalla dipendenza. Avrebbe avuto anche un episodio emorragico.

Sarà quindi con molta probabilità un esame medico legale a chiarire con certezza quali siano state le cause della morte. Profondo il dolore dei familiari, stravolti anche dall'aver trovato il cadavere dell'uomo in bagno, senza aver potuto far nulla per aiutarlo e salvarlo. Da qualche mese l'eroina è tornata in maniera pesante sul mercato della droga pescarese: lo testimonia il gran numero di sequestri effettuati da un anno a questa parte dalle forze dell'ordine. Per costi e per le diverse alternative di assunzione che offre sta recuperando quelle fette di mercato che la cocaina si è accaparrata negli ultimi anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA