Carmine ucciso da infarto fulminante a 36 anni davanti ai genitori

Carmine ucciso da infarto fulminante a 36 anni davanti ai genitori
Carmine ucciso da infarto fulminante a 36 anni davanti ai genitori
Lunedì 28 Giugno 2021, 07:46
2 Minuti di Lettura

Una tragedia improvvisa, che ha gettato nella sconforto due famiglie. Si è spento nella sua abitazione di San Benedetto del Tronto, Carmine Imbembo, di 36 anni, stroncato da un infarto. I genitori Enzo ed Anna, che erano con lui, hanno chiesto immediatamente l’intervento dei sanitari ed un’ambulanza del 118 si è portata nell’abitazione ma per Carmine non c’è stato niente da fare.

Aveva avuto problemi di cuore in passato ma nulla lasciava prevedere che sarebbe potuto morire così, improvvisamente. La famiglia della madre Anna, i Carusi, è originaria di Giulianova, mentre il padre Enzo era napoletano ma aveva conosciuto la moglie a Giulianova, in quanto era maresciallo della Guardia costiera giuliese ed addetto al servizio di motovedetta. Da Giulianova poi Enzo era stato trasferito nella città marchigiana ed ha continuato il suo lavoro trasferendovi anche la moglie ed i due figli Carmine e Danilo.

La famiglia Carusi, composta da sei figli (Anna, Pietro, Marzia, Moreno e Mauro e Stefania) è rimasta a Giulianova con Pietro che, dopo aver gestito un negozio di abbigliamento, è responsabile del settore nuoto della Lega Navale con Mauro che lavora anche lui nel settore legato alla pesca, alla Cimar. Il fratello Moreno, invece, aveva cercato e trovato fortuna in Germania dove aveva aperto un ristorante molto affermato, “Cento lire”, e dopo la chiusura del locale ed andato in pensione, ha preferito restare in Germania. Tanti i conoscenti dello scomparso e della sua famiglia, e da Giulianova in tanti hanno voluto ieri rendere visita allo sfortunato giovane. I funerali si svolgeranno questo pomeriggio alle ore 16.

© RIPRODUZIONE RISERVATA