La Nasa annuncia: «Pescarese pronto a volare su Marte» Il viaggio simulato a Houston

Venerdì 24 Dicembre 2021 di Dom Serafini
La Nasa annuncia: «Astronauta pescarese pronto a volare su Marte»

La nota ufficiale è stata diramata il 21 dicembre 2021: l'equipaggio di volontari della Nasa inizierà presto il viaggio simulato su di una luna di Marte. Seguono le foto dei quattro volontari e le biografie individuali. Tra queste c'è quella di Pietro Di Tillio. Originario di Pescara, Di Tillio risiede a Metuchen, nel New Jersey assieme alla compagna Angela Rapino (di Francavilla al Mare) ed il loro figlio Giorgio.


La biografia della Nasa descrive tutte le attività scientifiche di Di Tillio, presentandolo come uno scienziato geofisico e analista dei sistemi informatici per dati geografici, immigrato da Pescara nel 2013. Poi l'agenzia spaziale americana aggiunge altre cose, come la collaborazione con la U.S. Environmental Protection Agency o l'agenzia del governo Federale per la protezione dell'ambiente e salute umana.

 


Di Tillio è emigrato negli Usa grazie ad una lotteria vinta per il permesso di residenza (Green Card) nel 2012, sia da lui che da Angela. Allora aveva spiegato al Messaggero: «Ci siamo laureati nel dicembre dello stesso anno, e a gennaio del 2013 ci siamo trasferiti in America». Aggiungendo «abbiamo costruito la nostra vita americana partendo da zero, senza aiuti né conoscenze. Nel 2019 siamo diventati anche cittadini americani ed ora stiamo cercando di impostare la nostra vita dividendola tra l'Abruzzo e l'America, puntando molto sulla nostra amata regione».

 

 


Quindi l'agenzia spaziale americana passa a spiegare la missione: La Nasa simulerà il viaggio verso la luna di Marte, chiamata Phobos, con un equipaggio volontario di quattro persone che lavorerà per 45 giorni all'interno di un habitat terrestre presso il Johnson Space Center della Nasa a Houston in Texas. La missione inizierà il 28 gennaio 2022 in una struttura chiamata Human Exploration Research Analog (Hera), progettata per fungere da ambiente analogo per i rigori delle missioni di esplorazione reali. Hera ospiterà Jared Broddrick, Pietro Di Tillio, Dragos Michael Popescu e Patrick Ridgley, mentre condurranno esperimenti scientifici e affronteranno l'isolamento ed il confinamento di una lunga missione spaziale. Una volta chiuse le porte dell'habitat, queste non riapriranno fino al 14 marzo 2022.
«Questa missione Hera ci insegnerà come funzionano i team in ambiente autonomo, in cui si ha un contatto limitato con la Terra», ha spiegato Brandon Vessey, responsabile per il programma.
 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre, 16:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA