Natale, l'Abruzzo è la regione in cui si sprecherà più cibo

Domenica 15 Dicembre 2019
Il maggiore spreco di cibo,tra Natale e Capodanno, è stimato in Abruzzo per un importo complessivo di
120 euro a famiglia. Sul podio dello spreco alimentare delle feste anche i nuclei presenti nel Lazio, con 115 euro e nella Lombardia: 112 euro. La previsione è della piattaforma di lending crowdfunding energetico Ener2Crowd.

Con l'analisi si stima che nel periodo natalizio si getteranno via in tutt'Italia oltre 500 mila tonnellate di cibo, «portando - segnalano i ricercatori- anche ad un'impennata del livello di inquinamento, perché ogni tonnellata di rifiuti alimentari produce 4,2 tonnellate di CO2». Gli analisti ricordano inoltre che «nella media di ogni anno lo sperpero di cibo a livello nazionale è pari a 17 miliardi di euro, l'equivalente dell'1% del Pil, di cui 14 miliardi di euro dissipati per il cibo già prodotto e gettato via dai cittadini e 3 miliardi di euro per lo spreco di
filiera e distribuzione».  © RIPRODUZIONE RISERVATA