Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, sei positivi nella struttura che accoglie i migranti

Lunedì 7 Giugno 2021 di Stefano Dascoli
La struttura a Pettino

L'AQUILA - Dalla scorsa mezzanotte l'Abruzzo è in zona bianca. Cadono le restrizioni, ma restano comunque in vigore le regole comportamentali: uso delle mascherine, distanziamento e divieto di assembramento.

Intanto l'incidenza settimanale dei contagi per centomila abitanti scende ancora e arriva a quota 20 (la soglia da non superare per la zona bianca è 50). I dati di ieri hanno confermato il graduale miglioramento.

I ricoveri scendono sotto quota cento: è da otto mesi che non si registrava un dato così basso. I nuovi casi emersi con i test delle ultime ore sono 39. Sono emersi dall'analisi di 2.551 tamponi molecolari: è risultato positivo l'1,53% dei campioni. I nuovi positivi hanno età compresa tra 10 e 78 anni.

A livello provinciale, l'incremento più consistente si registra nell'Aquilano (21), seguito dal Chietino (11) e dal Teramano (4). Il Pescarese - attualmente una delle province d'Italia con i dati migliori - registra un nuovo azzeramento dei contagi. Si registra un decesso recente, che fa salire il bilancio delle vittime a 2.491: si tratta di un 83enne di Chieti. Gli attualmente positivi sono 5.152 (+38): 90 pazienti sono ricoverati in area medica (-8) e nove in terapia intensiva (-2), mentre gli altri 5.053 sono in isolamento domiciliare (+38). I guariti sono 66634 guariti (invariato).


Dal bollettino di ieri sono emersi 6 nuovi contagi in città (5 secondo il report ufficiale della Regione). Si tratta di migranti ospitati nella struttura che si trova a Pettino, in via Carlo Lombardi. Persone che, secondo i protocolli, dovrebbero arrivare già controllate per mezzo di tamponi molecolari.

E invece il sindaco, Pierluigi Biondi, ha preteso una seconda verifica in loco da cui sono emerse le positività, in due diversi scaglioni. Il primo cittadino ha chiesto alla Prefettura di disporre una quarantena rigida. La palazzina di Pettino è stata al centro di polemiche nell'estate dello scorso anno per l'arrivo di migranti nel cuore di un quartiere residenziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA