CORONAVIRUS

Coronavirus, l'ex sindaco Brucchi: feste in solitudine con l'incubo della malattia

Martedì 14 Aprile 2020
Coronavirus, l'ex sindaco Brucchi: feste in solitudine con l'incubo della malattia

«Quest’anno la Santa Pasqua e la Pasquetta sono andate così, a casa, isolati. Ma si può fare. Il mio pensiero va a coloro che lo hanno trascorso in solitudine con l’incubo della malattia. Da paziente affetto da coronavirus li portò nel cuore», dice sul suo profileo facebook l'ex sidanco di Teramo Maurizio Brucchi, medico senologo dell'ospedale Mazzini di Teramo dove nei giorni scorsi c'è stato un focolaio Covid-19 e sono risultati infetti  58 tra medici, infermieri e Oss.


Coronavirus, l'avvocato Marco Plebani morto a Teramo nell'ospedale dei contagi: chiuso il reparto
Coronavirus, positivo l'ex sindaco Brucchi medico a Teramo: mai avuto febbre, solo raffreddore
«Sto meglio, direi in via di guarigione. Dovrò fare i tamponi di controllo ma sto bene grazie a Dio. Sono in quarantena, isolato. I tamponi hanno detto che Ilaria, Nicoletta e Filippo sono negativi. Che mia madre è negativa. Che mia cognata Nicoletta è negativa. Che tutto il mio reparto di Senologia è negativo. Sono felice, bene così. Ne usciremo ma non dobbiamo mollare. Grazie a tutti coloro che non mi hanno fatto sentire solo. Vi voglio bene» conclude il medico.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA