Lockdown, un piatto di pasta contro il virus: vendite su dell’11%

Giovedì 25 Marzo 2021 di Valeria Arnaldi
Lockdown, un piatto di pasta contro il virus: vendite su dell’11%

«La pastasciutta, per quanto gradita al palato, è una vivanda passatista perché appesantisce, abbruttisce, illude sulla sua capacità nutritiva, rende scettici, lenti, pessimisti», diceva Filippo Tommaso Marinetti, che novant’anni fa, nel 1931, ha pubblicato con Fillia “La cucina futurista”, inneggiando all’«abolizione della pastasciutta».

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 10:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA