Belluno, trovato morto lo stambecco che aveva ingoiato una scatoletta di tonno

Non ce l'ha fatta l'animale che per fame aveva ingerito una scatoletta di tonno

Lo stambecco soccorso (immag VV FF)
Lo stambecco soccorso (immag VV FF)
di Remo Sabatini
Martedì 30 Agosto 2022, 11:51 - Ultimo agg. 17:11
2 Minuti di Lettura

Lo stambecco che aveva ingoiato una scatoletta di tonno, non ce l'ha fatta. Nonostante i soccorsi che lo avevano liberato da quel metallo arrugginito che gli impediva persino di muovere la lingua, il povero animale, probabilmente troppo debilitato, è stato rinvenuto poco fa nella medesima area dove era stati soccorso, al lago di Sorapis. Tutto era cominciato domenica scorsa quando lo stambecco era stato avvistato in evidente difficoltà. Smagrito, era stato soccorso dai vigili del fuoco che, con l'ausilio dell'elicottero, avevano portato in quota un veterinario del Cras di Treviso.

Video

Belluno, morto lo stambecco che aveva ingoiato una scatoletta di tonno

L'animale, stremato e impossibilitato a nutrirsi, aveva infatti cercato di ingoiare una scatoletta di tonno arrugginita. Un errore che, nonostante l'intervento dei soccorsi, alla fine lo ha ucciso. La notizia del rinvenimento ha sconvolto il veterinario, Marco Martini che, assieme al team accorso sul posto a 2mila metri di altitudine, aveva aspettato il risveglio dello stambecco dall'anastesia. Un buon esito che, evidentemente, aveva tratto in inganno chi si era augurato il lieto fine. L'esemplare di circa 11 anni di età, seppure smagrito, era infatti apparso in buona salute. La vicenda, per quanto singolare possa apparire, ha un precedente. Una trentina di anni fa, incredibilmente nella stessa area, nei pressi del Rifugio Biella, un altro stambecco era stato trovato con in bocca una lattina di coca cola incastrata. Anche il quel caso, l'animale non aveva potuto nutrirsi per chissà quanti giorni. Soccorso e liberato da quello strano rifiuto, anche quello stambecco, vittima dell'incuria umana, era morto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA