Spacciatore butta il panetto di droga nel giardino di una villetta, il cane lo mangia e muore

Martedì 20 Luglio 2021 di Remo Sabatini
Alessia con la sua Margot (immag pubbl su Fb da Dante Cattaneo e Villaggio Brollo, Solaro)

«Margot non c'è più. Anche lei assassinata dai venditori di morte!». Queste le drammatiche parole con le quali il vice sindaco di Ceriano Laghetto, località dell'hinterland milanese, ha denunciato la terribile vicenda capitata ad Alessia, una ragazza della zona che ha perso la sua adorata cagnolona Margot per overdose. Tutto era cominciato sabato scorso quando, come ricostruito dal lei stessa successivamente, aveva fatto uscire nel proprio giardino i suoi due cani, Margot e Milo.

 

La triste fine di Spot, l'eroe a quattro zampe ucciso dai banditi mentre difendeva la padrona che l'aveva adottato

 

Cane mangia panetto di droga gettato nel giardino e muore

"Ero tranquilla, il giardino è privato, ha detto alla stampa locale, tanto che dopo un po' sono uscita". Al suo rientro, nel pomeriggio, Alessia trova Margot, una cagnolona di 45 kg frutto di un incrocio tra un maremmano e un rottweiler, nella sua cuccia. Dopo un pomeriggio di giochi con Milo, si è addormentata. Poi, qualche ora dopo, arriva il momento di mangiare così fa per svegliarla. Ed è proprio in quel momento che si accorge che qualcosa non va. Margot è strana. Stanca, fa fatica ad aprire gli occhi e barcolla. A quel punto, la corsa dal veterinario del pronto soccorso di Parabiago dove, poche ore dopo, le verrà comunicato l'incredibile verità: Margot è in overdose. Per quanto assurdo possa sembrare, infatti, è stata trovata positiva al THC (tetraidrocannabinolo) il principio attivo dello stupefacente, in questo caso hashish, che il cane deve aver in qualche modo ingerito. Alessia non si da pace. Come può essere accaduto?

 

LA RICOSTRUZIONE

La zona dove abita, Solaro, è tra quelle purtroppo note anche per lo spaccio di stupefacenti. Così, l'ipotesi che qualcuno, per disfarsi del panetto di droga lo possa aver gettato all'interno del suo giardino, si fa certezza. Nel frattempo, Margot sta sempre più male. Fino a quando, è ormai domenica, Alessia non riceve una telefonata: "Margot è morta. Il suo cuore non ha retto". Anche Milo, l'altro suo cane, verrà trovato positivo agli stupefacenti ma per sua fortuna in modo molto più lieve. A quel punto ecco la denuncia social di quanto accaduto. Alessia, infatti, scrive al vice sindaco Cattaneo che, noto per le sue battaglie contro lo spaccio di droga nel Parco delle Groane, pubblica la sua lettera sui social. "Questo fine settimana è accaduta una cosa orribile, scrive Alessia. Qualche spacciatore per liberarsi della dose che aveva addosso, ci ha lanciato nel giardino di casa un panetto di droga e il mio cane lo ha mangiato. Purtroppo non è sopravvissuta". Quando ho letto questo messaggio di Alessia, ha commentato Cattaneo, mi si è gelato il sangue". Poi, l'appello: "A tutti i cittadini, in particolare a quelli che vivono vicino a boschi o alle piazze di spaccio: tenete gli occhi ancora più aperto..proteggiamo i nostri amici a quattro zampe dalle vere bestie!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA