Elefante uccide un uomo che vuole scattare un selfie: l'animale giustiziato dai ranger

Lunedì 6 Settembre 2021 di Remo Sabatini
L'elefante giustiziato per colpa di un selfie (immag diffuse da PETA sui social)

Un elefante adulto è stato giustiziato dai ranger dello Zimparks (Zimbabwe Parks and Wildlife Authority) poco fuori l'abitato di Kwekwe, piccolo centro della Provincia delle Midland, in Zimbabwe. A comunicare la notizia l'associazione ambientalista internazionale PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) che ha diffuso le drammatiche immagini che pubblichiamo. Stando a quanto riportato anche da quotidiani locali come il Chronicle, il grosso maschio, probabilmente alla ricerca di qualcosa da mangiare, una volta arrivato presso le prime abitazioni era stato avvicinato da un uomo che avrebbe tentato scattare un selfie insieme al pachiderma.

Una operazione rischiosa e per nulla gradita dall'elefante che, irritato, lo ha attaccato uccidendolo. Ma non sarebbe finita qui perché, quella che era già una tragedia, sarebbe potuta diventare una strage. Il pachiderma ormai fuori controllo, in mezzo al fuggi fuggi generale se l'era presa anche con un altro uomo che, successivamente ricoverato, in queste ore lotta ancora per la vita.

A quel punto, l'inevitabile conclusione. Con i ranger del parco che, una volta raggiunto l'elefante, lo hanno ucciso. "I ranger non avevano scelta", ha commentato Tinashe Farawo, responsabile delle Pubbliche relazioni del Parco. Poi, una raccomandazione: "Esortiamo le comunità di villaggi e centri abitati a rimanere distanti dagli animali selvaggi". Sì perché, forse, questa tragedia poteva essere evitata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA