CORONAVIRUS

Virus sconosciuto uccide migliaia di pappagalli in Australia, i veterinari: «Smettete di alimentarli»

Venerdì 1 Maggio 2020
Virus uccide migliaia di pappagalli in Australia, i veterinari: «Smettete di alimentarli»

Cadano paralizzati dagli alberi e muoiono in un'ora asfissiati: migliaia di pappagalli "arcobaleno" stanno morendo in questi giorni in Australia per un virus - dicono i veterinari - "sembra simile negli effetti e nei modi di contagio al coronavirus anche se certamento non lo è".
 

 

L'epicentro di questa imponente e preoccupante epidemia è Brisbane, ma non mancano casi anche a Sydney e in altre città australiane. "Città" perché i pappagalli di piccola taglia Loriini Selbi, noti anche come Lori o Lorichetti, molto facili da scambiare con i parrocchetti divenuti stanziali a Roma, sono quelli che "abitano" nei parchi e tanti spazi verdi delle città australiane, con la morìa che così avviene sotto gli occhi dei cittadini.

"Abbiano notato - dice il professor Darryl Jones della Griffith University - che i pappagalli sono colpiti da paralisi prima alle zampe, poi, una volta caduti a terra, anche se scampano ai predatori, muoiono per crisi respiratorie. Il contagio avviene soprattutto quando grandi numeri di questi volatili si concentrano alla ricerca di cibo. Sono ormai tre anni che stiamo studiando il fenomeno, ma quest'anno il virus che stermina i lorichetti arcobaleno è particolarmente aggressivo. Ci raccomandiamo anche con coloro che amano maggiormente questi animali di non sfarmarli per impedire di favorire il contagio". 

Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 10:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA