Spayna, la cagnolina paralizzata salvata dalle bombe di Kiev, è arrivata in Italia. Lav: «Benvenuta piccola»

La tenera Spayna è arrivata in Italia (immag diffusa Lav)
La tenera Spayna è arrivata in Italia (immag diffusa Lav)
di Remo Sabatini
Venerdì 1 Aprile 2022, 17:48
3 Minuti di Lettura

Da oltre un mese, volontari e associazioni, sono al lavoro per portare aiuti in Ucraina cercando di salvare più animali possibile. Una attività non priva di rischi che però e tra mille difficoltà, ha già significato la salvezza per migliaia di animali. Come accaduto in queste ore per un caso del tutto particolare. Lei si chiama Spayna ed è la cagnetta più tenera del mondo. Dolcissima, è paralizzata dalla vita in giù e dalle bombe di Kiev, è miracolosamente riuscita ad arrivare in Italia. «Fuggire dalla guerra e dai bombardamenti - spiega la Lav - è qualcosa di inimmaginabile. Farlo con una parte del corpo paralizzata, poi, può addirittura sembrare impossibile».

Eppure è proprio quello che è accaduto alla cagnetta. Nonostante la grave disabilità seguita ad un incidente, infatti, dal Centro di riabilitazione per animali disabili di Kiev, è arrivata in Italia. «Quando è scoppiata la guerra - continua la Lav -  la veterinaria del Centro era riuscita a farla fuggire a Leopoli e noi ci siamo subito offerti per aiutarla e accoglierla». Successivamente, l'Unità di emergenza della Lav era intervenuta e, una volta recuperata, l'ha infine portata al Ris Pet, il Centro specializzato nella cura e riabilitazione di animali con esigenze speciali di Modena, dove potrà finalmente vivere al sicuro. «Per tutto il tempo necessario, la Lav si preoccuperà di sostenere le sue cure. Benvenuta piccola Spayna».

© RIPRODUZIONE RISERVATA