Acerra, rissa fra famiglie di ladro e derubati: lui si lancia dal balcone con l'ascia su 30 poliziotti|Foto

Martedì 9 Giugno 2015 di Enrico Ferrigno

ACERRA. Scopre un presunto ladro nell'abitazione di un vicino,ma viene picchiato. Interviene il padre che viene malmenato a colpi di ascia. In aiuto accorrono i familiari delle vittime che inseguono il presunto ladro fino alla sua abitazione. Ed è a questo punto che si scatena una mega rissa tra i familiari delle vittime e quelli dell'uomo accusato di furto che si lancia dal balcone brandendo un'ascia minacciando di ammazzare tutti, incurante del plotone di 30 tra poliziotti e carabinieri intervenuti in aiuto dei loro colleghi costretti a ricorrere alle cure dei medici della clinica dei Fiori.

È accaduto ieri notte ad Acerra dove sono in finiti in manette dopo anche alcuni colpi di pistola sparati in aria dagli agenti ben 8 persone tra cui un quindicenne che si sono selvaggiamente picchiati a più riprese per un 'ora circa.

Il presunto ladro Giuseppe Amoruso insieme al fratello Michele ed al cugino Angelo, gli inseguitori Angelo Maugieri, sua moglie Rosa Palladino ed il cugino Raffaele Cerbone , il figlio quindicenne della coppia e Vincenzo Maugieri, sono stati arrestati alla fine della cruenta e selvaggia rissa dagli agenti del commissariato guidati dal vicequestore Antonio Cristiano e dal commissario Alessandro Gallo.


Ultimo aggiornamento: 20:12