Al Qaeda: «Lo Porto si era convertito all'Islam». La famiglia: «Solo fango»

Giovedì 18 Giugno 2015

​Warren Weinstein e Giovanni Lo Porto «si erano convertiti all'Islam» prima di essere uccisi in un raid Usa in Pakistan, lo scorso gennaio. Lo afferma il ramo del subcontinente indiano di al Qaida (Aqis), riferisce il Site. I qaedisti hanno pubblicato online le foto dei due durante la prigionia, datate 14 gennaio 2015, 24 ore prima del raid.

«Siamo indignati e schifati per quello che stanno scrivendo su mio cognato. Non solo lo hanno ucciso, stanno anche infangando il suo nome. Conoscendolo, non si sarebbe mai convertito, credeva in un solo Dio», si sfoga la famiglia Lo Porto. «Era una perla di persona, una persona d'oro», dice la cognata, Giovanna Piazza, a nome di tutta i familiari del cooperante italiano.

«La mamma è arrabbiata, ferita. Non solo il dolore per un figlio perso, ma vedere queste cose scritte mesi dopo è un'offesa alla memoria. Giovanni è morto per aiutare gli altri, scrivere queste cose è vergognoso. Ragazzi come lui non esistono più». Rispetto alla presunta conversione non ha dubbi: «Conoscendolo, ci metterei la mano sul fuoco, non si sarebbe mai convertito. Credeva in un solo Dio».

Ultimo aggiornamento: 19 Giugno, 15:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA