Napoli. Contrabbando di sigarette: 4 dipendenti di ditta portuale arrestati

Venerdì 19 Giugno 2015

Quattro dipendenti di una ditta portuale di Napoli sono stati arrestati dai carabinieri e da personale dell'Agenzia delle Dogane per contrabbando di sigarette.

I quattro - un napoletano di 81 anni e tre avellinesi di 47, 48 e 49 anni - sono bloccati dopo che i militari hanno intercettato il napoletano che trasportava nella sua autovettura otto casse di «bionde» di varie marche.

La vicenda, che ha poi portato all'identificazione e all'arresto delle altre tre persone, è stata ricostruita anche grazie alla collaborazione della Guardia di Finanza: le sigarette erano uscite dalla ditta con documenti che ne certificavano l'avvenuto imbarco su una motonave ormeggiata nel porto.

La documentazione sarebbe stata prodotta dai tre dipendenti della ditta portuale solo per alienare i tabacchi. Le casse di sigarette, invece di arrivare a bordo, sono finite nell'auto guidata dal napoletano intercettata all'uscita dell'area portuale. Il contrabbando e la vendita delle sigarette sul mercato illecito avrebbe fruttato circa 20mila euro.

Altre sigarette di contrabbando, quasi duemila stecche (342 kg), sono state sequestrate, dai carabinieri della compagnia Stella di Napoli, nei pressi di un garage, a bordo di un furgone. Una persone di 39 anni, già nota alle forze dell'ordine è stata arrestata. Durante le operazioni, infine, i militari hanno scoperto e sequestrato un deposito contenente 566 scarpe con il marchio falsificato della Hogan. Un giovane di 26 anni è stato denunciato.

Ultimo aggiornamento: 18:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA